Zenga: “Mazzarri sta facendo bene, gli auguro di restare a lungo. Io mi vedrei bene come…”

8. Walter Zenga
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

8. Walter Zenga

In un’intervista esclusiva concessa ai microfoni di Tuttosport, Walter Zenga è tornato a parlare di Inter, partendo dalla notizia dell’arrivo di Erick Thohir: “Non mi sorprende. Senza Champions, Moratti ci avrebbe rimesso ancora e la mossa è sensata, anche per arginare il rosso di bilancio. Secondo me resterà comunque presidente. Poi non cadiamo negli errori all’italiana, ormai prevale un modello globale, con marchi internazionali. Quindi ben venga Thohir.

Sulla possibilità che sia lui a sedersi sulla panchina dell’Inter dopo Mazzarri, l’ex numero uno nerazzurro avverte:Lasciate lavorare in pace Mazzarri. Gli auguro di restare all’Inter per altri 15 anni. La squadra sta facendo bene dopo una delle stagioni più difficili della sua storia. Più che altro, io mi vedrei bene nel ruolo di ambasciatore dell’Inter nel mondo“.

Si parla anche del match di domani sera contro il Torino, in cui Cambiasso e compagni dovranno riscattare la netta sconfitta subita in casa dalla Roma nell’ultimo turno: “Ventura è un tecnico moderno, la sua mano si nota, ma l’Inter non è più la squadra dell’anno scorso, quando incassò 59 gol. Adessora gioca e vuole arrivare lontano. Tutti sottolineano il k.o. con la Roma, ma fu una questione di episodi. Totti al primo tiro fa gol, Guarin prende il palo interno. Poi Alvarez viene atterrato al limite e non succede nulla, stessa cosa per Gervinho e fischiano rigore. Domani devono stare attenti a Cerci, perchè è uno che sposta gli equilibri”.

In chiusura un giudizio su Samir Handanovic: “E’ un portiere di rendimento, che fa sempre almeno una parata importante a partita. La scuola italiana, però, resta di altissimo livello. Peso a Buffon, Consigli, Sirigu. Poi ho visto il portierino al Mondiale Under 17 (Scuffet, ndr)… niente male!”.