Moratti: “Tanti sentimenti, ma non c’è tempo per commuoversi. Resterò in società finchè…”

Moratti
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

MorattiArrivano altre dichiarazioni di Massimo Moratti, in quella che è una giornata storica per la storia dell’Inter.

Moratti: c’è un momento della sua vita nel quale è stato più commosso di oggi?

“A parte che non è concluso ancora niente, ci sono ancora tanti passaggi. Questo è un momento di attenzione, non ci si può perdere nella commozione. Poi ci sono tutti i sentimenti che ci possono essere in una situazione del genere. Ma è un momento soprattutto di attenzione per il bene della società, che tutto venga fatto in termini tali che la società ne abbia un vantaggio. Questo è il mio interesse”.

Sarà un Moratti due o un Thohir uno?
“Non lo so, non lo so. Ve lo dirò”.

Qual è il sentimento che prevale?

“Quando si sta facendo una certa cosa, si cerca di fare bene la cosa che si sta facendo. Poi dopo i sentimenti che prevalgono sono mille e si deve cercare di fare ordine”.

Ventitre trofei con la famiglia Moratti, due terzi di quello che ha vinto l’Inter. Una storia che nessuno vorrebbe mai che finisse…

“Sì, ma sotto un certo aspetto continua perchè rimango comunque nella società. Quindi vedremo se è utile, o per quello che posso essere utile continua. Poi qualcun altro dimostrerà anche lui di essere bravo, certamente”.

 

Fonte: inter.it