Gianfelice Facchetti: “L’Inter è degli interisti, ma Thohir mi sembra una persona perbene perchè…”

intervista facchetti
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Moratti Gianfelice FacchettiNonostante il buon avvio di stagione, con 4 vittorie e 2 pareggi nelle prime sei giornate di campionato, in queste settimane in casa Inter tiene banco la questione riguardante il passaggio delle quote di maggioranza da Massimo Moratti a Erick Thohir.

Sono stati molti i personaggi storici del mondo nerazzurro che hanno espresso il loro giudizio su questo “storico” passaggio di consegne: da alcuni ex calciatori come Nicola Berti a colui che cedette il club interista a Moratti, ossia Ernesto Pellegrini.

Sebbene il binomio Moratti-Inter sia quasi inscindibile per molti sostenitori della Beneamata, un’altra famiglia che ha legato il suo nome ai colori nerazzurri è quella di Giacinto Facchetti.

Gianfelice Facchetti, figlio del Cipe e da sempre figura molto vicina alla società di Corso Vittorio Emanuele, ai microfoni di RaiSport ha così commentato la situazione legata all’imminente entrata nella società nerazzurra del magnate indonesiano Thohir: “Innanzitutto non condivido quando sento parlare di Inter con o senza Moratti. L’Inter è degli interisti, ma Thohir mi sembra una persona perbene”.

Facchetti jr motiva così il suo apprezzamento verso il magnate indonesiano che a breve entrerà a far parte del mondo nerazzurro: “Da cosa lo si può dedurre? Sicuramente va apprezzato il fatto che abbia deciso di starsene un po’ in disparte senza sovrastare la figura del presidente Moratti”.