Primavera, Udinese-Inter 0-1: vittoria nerazzurra firmata dal gol di Capello

Inter-Cittadella Knudsen Capello
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Inter-Cittadella Knudsen CapelloColpo esterno per la formazione Primavera di Salvatore Cerrone nella quinta giornata del campionato di categoria. Al “Comunale” di Pasian del Prato i nerazzurri hanno battuto per uno a zero i padroni di casa dell’Udinese grazie alla rete siglata, a metà della ripresa, da Alessandro Capello.

Cerrone ripropone dal minuto il 4-3-3 con la new entry Ivusic tra i pali, Paramatti e Dalla Riva sugli esterni e la coppia Donkor-Yao confermata al centro della retroguardia. A centrocampo ancora minuti importanti per Gaby Mudingayi con ai suoi lati Tassi e Knudsen. In attacco Colombi è la punta centrale assistita a destra da Camara ed a sinistra da Capello.

L’inizio del match è scoppiettante con due ghiotte occasioni da rete, una per parte. Al 2′ Camara si presenta da solo davanti al portiere, classe 1996, dell’Udinese Scuffet e lo grazia concludendo a lato. Passano tre minuti è la palla per il vantaggio è suoi piedi dell’attaccante friulano Rovini che trova peró Ivusic a negargli la gioia della rete. Al 9′ ancora Udinese pericolosa con Hoxha che spara addosso a Ivusic da ottima posizione. La partita è equilibrata e le occasioni, dopo i primi minuti spettacolari, iniziano a scarseggiare. Al 19′ Capello ha una buona chance al termine da una mischia ma la sua conclusione è ribattuta da un difensore dell’Udinese. Al 25′ nuovo squillo di Rovini con Ivusic che si fa trovare pronto sul tiro a volo della punta avversaria e devia in corner. L’Inter prova a tenere in mano la partita ma trova davanti a sè un avversario ordinato e ben messo in campo. Proprio al 44′ l’ultima azione del primo tempo vede Colombi, ben assistito da Mudingayi, mettere a lato da posizione invitante.

La ripresa si apre sulla falsariga degli ultimi venti minuti della prima frazione con l’Inter a ruminare gioco senza peró trovare spazi. È anzi l’Udinese a farsi vedere dalle parti di Ivusic che al 57′ è costretto ad uscire con tempestività sull’intraprendente Rovini. Al 62′ prima grande occasione del secondo tempo per l’Inter: assist al bacio di Capello per Camara che vede il suo tiro ribattuto dall’ottimo Scuffet in uscita. A metà ripresa l’Inter riesce finalmente a trovare il punto del vantaggio con Capello che sguscia via ad un paio di avversari e batte Scuffet con una conclusione precisa sul secondo palo. I friulani provano a reagire e si rendono pericolosi al 75′ e all’82’ con il difensore Siku prima di testa (palla di poco fuori, ndr) e poi in girata (pallone ben controllato da Ivusic, ndr). Sono le ultimissime emozioni del match al quale l’arbitro Rasia di Bassano del Grappa pone fine dopo quattro minuti di recupero.

Con questi tre punti l’Inter sale in classifica a 11 punti a due lunghezze di distanza dall’Atalanta e dal Chievo che guidano il Girone B. Ora il campionato Primavera si fermerà per poco più di un mese per dare spazio all’Italia Under 17 di Zoratto impegnata nel mondiale di categoria. L’Inter riprenderà il 2 novembre in casa contro il Padova.