Mazzarri: “Ci aspetta una prova per verificare la nostra crescita. Milito, Kovacic e Alvarez…”

Walter Mazzarri conferenza stampa Inter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

conferenza di Walter MazzarriDomani, alle ore 20.45, l’Inter ospiterà la Fiorentina allo stadio “Giuseppe Meazza” per il primo turno infrasettimanale della Serie A TIM 2013-14. In diretta dalla sala stampa del centro sportivo “Angelo Moratti”, vi proponiamo le dichiarazioni rilasciate da Walter Mazzarri nella consueta conferenza della vigilia.

Dopo una vittoria come quella contro il Sassuolo, come si prepara la gara contro la Fiorentina?

“Da quando alleno ho sempre pensato che bisogna cogliere gli aspetti positivi sia dalle vittorie che dalle sconfitte in modo che le cose migliorino”.

Domani a San Siro arriva una squadra di grande qualità come la Fiorentina…

“La Fiorentina fa un calcio diverso, ha caratteristiche diverse rispetto a Juventus e Sassuolo. La squadra di Montella non dà punti di riferimento, giocano molto con la palla a terra cercando molto il possesso. Possono essere pericolosi anche senza Gomez. È una prova per vedere se siamo cresciuti”.

Potremmo vedere Milito in campo dal primo minuto?

“Dunque… Non mi va di dare la formazione. Credo che Diego non abbia ancora i novanta minuti nelle gambe, ne ho parlato anche con lui. Ha ancora bisogno di trovare il ritmo partita e non mi va di mettergli fretta, preferisco un inserimento graduale. In un calcio come quello di oggi è necessario che collaborino tutti. Comunque a partita in corso potrà essere utile”.

È giunto il momento di poter schierare due punte più un trequartista?

“Credo che questa non sia la partita adatta per fare esperimenti. Quando si riescono a trovare certi automatismi, è giusto continuare su quella strada, anche perché io ho lavorato sempre con questo modulo. I giocatori che uso maggiormente stanno dando delle ottime risposte, non vedo la necessità di cambiare”.

L’Inter ha trovato la giusta quadratura senza Kovacic. Come pensa di inserirlo?

“Nel calcio di oggi conta molto lo stato di forma, è sempre utile e importante giocare una partita. Comunque non è più come una volta quando si giocava in undici più due o tre riserve, c’è bisogno di tutti. Kovacic è entrato contro il Genoa e abbiamo vinto. È stato penalizzato dall’infortunio che l’ha tenuto fuori un mese e mezzo. L’alternanza comunque ci sarà sempre”.

Domani sera non ci sarà Gomez ma Giuseppe Rossi sì…

“Rossi è un giocatore che mi è sempre piaciuto e che avrei voluto nelle mie squadre. La Fiorentina ha fatto un gran colpo prendendolo quando era infortunato e ora può goderselo. Per me è un campione”.

Montella ha detto di aver chiesto Alvarez in estate…

“Ricky deve continuare così, sta facendo bene. Quando si parlava di una sua partenza ho sempre detto di volerlo vedere sul campo per capire quello che era in grado di darmi. Ora ce lo godiamo ma io tendo a nasconderlo e a tenerlo con i piedi per terra”.

Come procede l’inserimento di Wallace?

“Wallace è quello che necessita maggiormente di un periodo di inserimento. Io devo cercare di mettere minuti nelle gambe a tutti, ma anche pensare al bene dell’Inter e quindi a fare punti”.

Per ora c’è stato poco posto per Icardi e Belfodil…

“Vero, ma per inserirli dovrei togliere qualcun’altro. Per ora stiamo andando bene così, chi dovrei togliere secondo voi? Non si cambia tanto per cambiare…”