Belfodil ancora in fase di rodaggio. Il suo futuro dipende anche dal recupero di Milito

Ishak Belfodil
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

futuro di BelfodilIn questa primissima parte di stagione contraddistinta da tre vittorie e un pareggio nelle quattro partite ufficiali disputate, l’Inter di Walter Mazzarri ha messo in luce diversi aspetti positivi. Tra questi possiamo certamente sottolineare la solidità difensiva e l’efficacia in zona gol, dove sia Palacio che i centrocampisti si sono resi protagonisti di pregevoli marcature.

L’allenatore toscano ha deciso di partire da una base composta da quei giocatori già presenti nella rosa dello scorso campionato, puntando prima di tutto sul loro recupero fisico e mentale prima di inserire i giovani nuovi acquisti. L’unico che non ha affatto faticato ad imporsi nel mondo nerazzurro è Hugo Campagnaro, già idolo indiscusso di San Siro. Tutti gli altri stanno pian piano facendosi largo nello scacchiere di Mazzarri, con Taider e Icardi che ultimamente stanno compiendo passi da gigante verso la titolarità. Proprio l’esplosione dell’attaccante argentino, che sabato pomeriggio ha bucato Buffon per il momentaneo vantaggio contro la Juventus, ha messo in ombra il talento di Ishak Belfodil, il quale appare ancora in una fase di rodaggio.

La punta franco-algerina, che durante il ritiro estivo è stata condizionata dal ramadan, per ora ha trovato poco spazio partendo sempre dalla panchina. Il modulo ad una punta scelto da WM non ha poi certo agevolato il suo inserimento e, con il rientro in campo anche di Diego Milito, lo spazio per Belfodil potrebbe ridursi ulteriormente. Finora ha trovato poco spazio nelle scelte di Mazzarri, sia per una questione di modulo (il tecnico toscano ha iniziato sempre la partita con una sola punta in campo) sia perchè Mauro Icardi piace di più al tecnico toscano. Considerando che l’Inter ha solo un impegno a settimana e che il mister tende a non cambiare troppo spesso schieramento, l’ex Parma potrebbe cambiare maglia a gennaio per andare a maturare esperienza altrove.

Una scelta che dipenderà molto probabilmente dal recupero di Milito. Se il Principe darà sufficienti garanzie dal punto di vista della tenuta atletica, Belfodil verrà lasciato libero di cercarsi una squadra in cui guadagnarsi un ruolo da protagonista, in attesa poi di tornare con ambizioni diverse in nerazzurro.