Barzagli e Vucinic stringono i denti. Conte può schierare la formazione tipo

JUVENTUS - Nemmeno Antonio Conte può essere definito un allenatore in bilico, ci mancherebbe altro. E' a un passo dal terzo scudetto consecutivo e punta dritto alla finale di Europa League, Benfica permettendo. Sulla Gazzetta dello Sport in edicola oggi, però, trovate i retroscena della questione rinnovo, con l'esigenza da parte di Andrea Agnelli di avere risposte in tempi brevi dal suo tecnico. Conte potrebbe restare e andare a scadenza di contratto, ma in questi casi le situazioni subiscono spesso accelerazioni impreviste, in un senso o nell'altro. Ecco perché anche la Juve non ha un futuro certo al 100%.
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

probabili formazioni Inter JuventusIl giorno tanto atteso è arrivato: tra poche ore Inter e Juventus si sfideranno nel primo anticipo della terza giornata della Serie A. I bianconeri cercano la terza vittoria consecutiva a San Siro contro i nerazzurri, visto che nelle ultime due stagioni il match del Giuseppe Meazza è sempre finito 2-1 per gli uomini di Conte.

Per ottenere questo tris, l’ex tecnico di Bari e Arezzo sembra intenzionato a schierare la miglior formazione possibile, nonostante l’incombere del primo turno di Champions League con il Copenaghen; Conte dovrà sciogliere solamente due dubbi di formazione, anche se in realtà quello riguardante Barzagli è già stato risolto.

Davanti a Buffon opereranno Chiellini, Bonucci e appunto Barzagli, il cui recupero risulta essere importante per non dover sacrificare un mancino come Ogbonna sul centro-destra; sulle corsie agiranno Lichtsteiner a destra e Asamoah a sinistra, i quali dovranno vedersela rispettivamente con Nagatomo e Jonathan.

Pirlo agirà nella consueta posizione di playmaker e dai suoi piedi partiranno tutte le offensive bianconere, mentre Vidal e Pogba dovranno garantire dinamismo in fase di non possesso e costanti inserimenti negli spazi creati dagli attaccanti quando sarà la Juve ha impostare il gioco; il dubbio più grande riguarda chi affiancherà Carlos Tevez in avanti.

Vucinic, infortunatosi nel match del Montenegro con la Polonia, sosterrà un provino poco prima del calcio d’inizio: le sensazioni sono positive ma, qualora non dovesse farcela, spazio a Quagliarella, con Giovinco e Llorente inizialmente in panchina.