Primavera, Pescara-Inter 1-3: Colombi, Tassi e Camara regalano i tre punti a Cerrone

Salvatore Cerrone
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Salvatore CerroneNella terza giornata del Campionato Primavera arriva la seconda vittoria per la formazione allenata da Salvatore Cerrone. Allo stadio “Cepagatti” i nerazzurri hanno superato i padroni di casa del Pescara per 3-1 grazie alle reti di Colombi, Tassi e Camara.

Undici titolare stravolto da mister Cerrone rispetto all’ultima partita vittoriosa ad Interello contro il Cittadella: vengono confermati infatti solamente il portiere Maniero, due difensori (Paramatti e Donkor, ndr) e l’esterno Camara. Pinton completa il reparto difensivo, a centrocampo con Camara ci sono Longo sulla destra ed in mezzo Tassi, Palazzi e Baldini mentre davanti spazio all’inedita coppia formata da Colombi e Ventre.

L’Inter parte forte ed al 2′ Ventre sfiora la rete del vantaggio con una bell’azione che lo vede superare in dribbling due avversari ma non riuscire poi a battere il portiere abruzzese Agresta. Il Pescara risponde due minuti dopo quando una rete viene annullata all’attaccante Di Sante per un tocco sulla linea di un compagno in posizione di fuorigioco. All’11’ pregevole parata di Agresta sul destro di Camara con Colombi che da ottima posizione non riesce a trovare il tap in vincente. A metà primo tempo l’Inter trova il meritato vantaggio proprio con il ’94 Colombi che con un potente sinistro su punizione non lascia scampo all’estremo difensore del Pescara. Al 29′ il Pescara sfiora il pareggio quando è il palo a dire di no al colpo di testa di Ranelli sugli sviluppi di un calcio di punizione. Passano solo tre minuti e l’Inter raddoppia con Tassi che, su assist di Camara, batte Agresta con un preciso destro. Al 42′ il centrocampista pescarese Paolucci spreca l’occasione di accorciare le distanze sparando su Maniero a tu per tu con il portiere nerazzurro. Proprio sul finale l’Inter potrebbe triplicare le marcature prima con Colombi che vede il suo tiro ribattuto da Agresta e poi con Ventre che non riesce a ribadire in porta la corta respinta del numero uno del Pescara.

La ripresa si apre nel peggiore dei modi per i ragazzi di Cerrone che subiscono su azione di corner l’1-2 con il colpo di testa del difensore Guye che non lascia scampo a Maniero. I nerazzurri sono in difficoltà contro un Pescara battagliero che prova in tutti i modi ad impensierire la retroguardia interista che si trova costantemente sotto pressione. La difesa di Cerrone tiene però botta senza subire occasioni degne di note se non in mischia su calcio piazzato. Nel finale l’Inter prova a chiudere definitivamente i conti e va vicina al terzo gol con una splendida punizione di Tassi deviata in angolo e poi lo trova proprio al novantesimo grazie a Camara che batte Agresta dopo una dirompente azione di contropiede. Dopo tre minuti di recupero il signor Di Martino di Teramo decreta la fine delle ostilità.

L’Inter sale così a sette punti in classifica e sabato prossimo riceverà ad Interello l’Atalanta prima in classifica a punteggio pieno.