Oltre la rivalità: per Massimo Moratti un derby d’Italia diverso da tutti gli altri

Inter vs Lugano Moratti
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Inter vs Lugano MorattiLa domenica appena trascorsa è stata difficilissima per tutti gli amanti del calcio: spazio alle nazionali e quindi niente Serie A, con i tifosi di tutta Italia costretti a rimandare il solito appuntamento settimanale con la propria squadra del cuore. Anche per questo, la sosta ha contribuito ad accrescere l’attesa per il big match in programma sabato pomeriggio a San Siro: Inter-Juventus, una partita dal sapore speciale per il popolo bianconerazzurro, una sfida da non fallire, un duello da vincere a tutti i costi. Per il grande evento si prevede un “Meazza” tutto esaurito, pronto a incoraggiare la Beneamata nella speranza di poter gioire al triplice fischio finale.

Tutti allo stadio, quindi, compreso il tifoso numero uno dei nerazzurri, quel Massimo Moratti che, come sempre, avrà il suo posto in tribuna per vivere intensamente la partita insieme alla sua famiglia e a tutto il popolo interista.

Un derby d’Italia, però, che potrebbe avere un retrogusto amaro per il patron. Secondo molti, infatti, quello che aprirà la terza giornata del campionato 2013-14 potrebbe essere l’ultimo Inter-Juventus di Moratti come presidente della Beneamata. Dietro questa possibilità c’è, ovviamente, la trattativa con Erick Thohir che prevede il passaggio al tycoon indonesiano di circa il 70% delle quote della società meneghina per una cifra vicina ai 300 milioni di euro.

L’affare, dopo mesi passati a rincorrere il tanto atteso giorno di chiusura, potrebbe concludersi tra la fine di settembre e gli inizi di ottobre. Un accordo di massima tra le due parti, infatti, pare sia già stato trovato ma, vista la complessità dell’affare, anche la parte burocratica deve fare il suo corso.

Il presidente dell’Inter, in carica dal 1995, dovrebbe comunque mantenere una quota vicina al 30% del pacchetto azionario, che gli permetterà di restare all’interno del club e di avere, probabilmente, due posti (uno dei quali sarà affidato al figlio Angelomario, ndr) nel consiglio di amministrazione.

Una telenovela che sta per scrivere le sue ultime pagine, ma che non scriverà la fine del rapporto tra la famiglia Moratti e l’F.C.Internazionale.