Caldirola: "In Italia c'è poca fiducia nei giovani. L'Inter ha preso le sue decisioni, ma..."

Caldirola:

Luca Caldirola Werder Brema"Si dice tanto che i giovani in Italia non ci sono, però all’Europeo Under 21 abbiamo dimostrato di poter tenere testa a grandi nazionali e abbiamo perso solo con la Spagna che, a mio avviso, era superiore". Parole rilasciate a Tuttosport da chi quell’Europeo lo ha vissuto con la fascia di capitano al braccio: Luca Caldirola, di professione difensore centrale, è stato bravo a sfruttare quella vetrina internazionale e ad attirare su di sé l’interesse di molte squadre europee.

Il 22enne di Desio ha lasciato l'Inter e il Belpaese alla ricerca di una nuova avventura: "Dopo l’Europeo c’è stata un’offerta del Werder Brema che è stata accettata dalla società nerazzurra. Io ho valutato la proposta e in uno-due giorni è arrivata l’ufficialità. L’Inter ha preso le sue decisioni e io le mie e insieme abbiamo deciso di accettare. Ovviamente devo ringraziare l’Inter per tutto quello che ha fatto per me in dodici anni che sono stato lì".

Due milioni e mezzo: questa è la cifra che è servita ai tedeschi per strappare alla società di corso Vittorio Emanuele il giovane centrale difensivo che, in nerazzurro, non avrebbe sicuramente trovato il giusto spazio. Un addio che non ha provocato, però, grossi rimpianti: "Sto bene al Werder Brema e in Bundesliga. Hanno comprato il mio cartellino e ho firmato con loro per i prossimi quattro anni. Non penso ad un ritorno all'Inter, adesso la mia squadra è il Werder".

Il club tedesco sembra aver puntato forte su di lui, come dimostrano le quatto presenze tutte da titolare totalizzate in questo inizio di stagione. Un campionato da protagonista che potrebbe anche aprirgli le porte della nazionale maggiore: "La Nazionale è il sogno di chiunque giochi a calcio. Ovviamente io penso a fare bene con la mia nuova squadra e, se dovesse poi arrivare una chiamata dal ct Prandelli, si realizzerebbe per me un sogno".

Anche se lontano dalla Serie A, Caldirola non ha perso di vista il suo passato: "Non so dove i nerazzurri possano arrivare in campionato. Ci sono tante squadre che si sono attrezzate bene come la Juventus, la Fiorentina e il Napoli che ha preso grandi giocatori. Io auguro ai miei ex compagni di fare un’ottima stagione anche se la Serie A è diventata, rispetto agli ultimi anni, molto più difficile e dura proprio per gli ottimi acquisti fatti dai diversi club”.

 

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram