CALCIOMERCATO/ Con Obi al Parma e Biraghi al Catania si chiude il mercato dell’Inter

Atahotel
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

ultime trattative

ore 23.oo -Biraghi passa in extremis al Catania. L’operazione si è conclusa sul gong del calciomercato, che chiude i battenti senza particolari sussulti dell’ultim’ora. La cessione in prestito di Obi, infatti, è l’unica operazione degna di nota in casa Inter.

ore 21.30 – Biraghi è a Milano per firmare il contratto che lo legherà al Catania. Il terzino vola in Sicilia in prestito con diritto di riscatto della metà che era di proprietà del Cittadella. L’Inter rimane titolare dell’altro 50% del cartellino.

ore 20.30 – Mercato chiuso per l’Inter. Arriva anche la conferma da parte di Ausilio. Rosa confermata per i nerazzurri, Olsen resta a giocarsi le sue chance a Milano. Resta in bilico solo la situazione di Biraghi: il Catania è tornato sul giocatore ma dipenderà tutto dalle richieste del Cittadella. La dirigenza nerazzurra ha avallato il trasferimento.

ore 20.18 – Ceduta al Genoa la comproprietà del baby Vincenzo Tommasone. Il centravanti classe ’95, ex Lazio, giocherà la prossima stagione nella primavera rossoblu.

ore 20.10 – Ancora nulla da fare per Biraghi, alla ricerca di un ingaggio in serie A. Dopo il tiepido interesse del Catania, che non ha portato a nulla, pare che il difensore classe ’92 sia destinato a restare malvolentieri al Cittadella, che continua a chiedere troppo per la metà di cartellino di cui è titolare.

ore 19.30 – Nessun movimento significativo in entrata: sulla sponda nerazzurra di Milano sembra tutto fermo. L’unica situazione ancora in bilico riguarda il futuro di Patrick Olsen. L’Inter avrebbe voluto cederlo in prestito al Brescia, ma il giocatore non è convinto di lasciare Appiano per approdare nella serie cadetta. I dirigenti delle Rondinelle aspettano comunque una risposta entro le 23. Quale sarà il destino del danese?

ore 18.30 – Il mercato nerazzurro sembra essere piuttosto fermo. Intanto, pare che Juventus e Roma siano tornate a parlare di Marquinho…

18.10 – Il presidente Cellino nel corso della giornata odierna ha incontrato i dirigenti di alcune società interessate alle prestazioni sportive di Davide Astori e Radja Nainggolan. Il numero uno di viale La Playa è rimasto fermo sulla sua decisione di trattenere in rossoblù i due giocatori per rispetto della parola data ai tifosi: “Non intendo dare un dispiacere ai nostri sostenitori Astori e Nainggolan restano a Cagliari”. Nel corso dell’estate, il centrocampista belga è stato più volte accostato all’Inter, mentre nelle ultime ore si era fatta avanti la Juventus.

ore 17.20 – Massimo Moratti, all’ingresso dei suoi uffici nel centro di Milano, ha rilasciato una simpatica battuta in merito al mercato che si chiuderà tra una manciata di ore: “Corro su in ufficio a vedere… (ride, ndr)“.

ore 16.45 – Manca solo l’ufficialità, ma Joel Obi giocherà la stagione 2013-14 con la maglia del Parma. E’ terminato poco fa l’incontro tra l’Inter, il ds gialloblu Leonardi e il procuratore del giocatore, che hanno sistemato gli ultimi dettagli dell’affare: il centrocampista nigeriano si trasferirà in Emilia con la formula del prestito secco.

ore 16.15 – Dall’Inghilterra giungono conferme sull’interessamento dell’Everton per Fernando. Secondo i media inglesi i Toffees sarebbero pronti ad acquistare il mediano del Porto per una cifra intorno ai 10-15 milioni di euro. Rischia quindi di sfumare un’altra idea di mercato nerazzurra, sebbene l’Inter non abbia mai tentato un reale affondo per il centrocampista.

ore 15.55 – Anche Fernando sembra allontanarsi dall’Inter: per il centrocampista sono infatti arrivate offerte concrete dalla Premier League, sebbene non sia da escludere la sua permanenza in Portogallo, nonostante il contratto in scadenza tra un anno.

ore 15.30 – E’ in corso l’incontro tra l’agente di Obi e i dirigenti di Parma e Inter per definire la cessione in Emilia a titolo temporaneo del centrocampista nigeriano.

ore 15.15 – Il direttore sportivo della Roma Walter Sabatini è stato avvistato a Milano. Non è da escludere che possano esserci contatti con lo staff interista per approfondire la questione Marquinho, sebbene il mercato romanista sia attivo anche su altri fronti.

ore 14.45 – Sempre in uscita, non sono da escludere novità sul fronte Zdravko Kuzmanovic, rimasto in panchina per 90 minuti al “Massimino” dopo la prova opaca contro il Genoa. Per il centrocampista serbo resta vivo l’interesse del West Ham e di alcuni club della Bundesliga ma, al momento, l’ipotesi più probabile è quella di una permanenza in nerazzurro.

ore 14.15 – Da monitorare la situazione relativa ad Alvaro Pereira. L’Inter starebbe sondando con Tottenham e Galatasaray la possibilità di cedere il giocatore per poi buttarsi su Marquinho della Roma. Il brasiliano è stato indicato da Mazzarri come possibile rinforzo per la fascia sinistra; vista la sua duttilità, il numero 7 giallorosso potrebbe tornare utile anche in mezzo al campo, nel ruolo di interno.

ore 14.00 – Si attende solo l’ufficialità per il trasferimento di Joel Obi al Parma. Il centrocampista nigeriano approderà in Emilia con la formula del prestito secco. Leggera frenata invece per il passaggio di Patrick Olsen al Brescia: il danese classe 1994 non ha ancora accettato la destinazione e starebbe riflettendo con famiglia e procuratore sulla strada migliore per il suo futuro.

ore 13.45 – Dalla Francia spunta la clamorosa ipotesi di un colpo last minute per l’Inter: secondo alcuni organi d’informazione d’oltralpe, infatti, il Paris Saint-Germain sarebbe disposto a cedere Ezequiel Lavezzi in prestito con diritto di riscatto. Una voce che, almeno attualmente, non trova conferme.

E’ partito il conto alla rovescia per la chiusura del mercato estivo 2013. Alle 23 verrà dato ufficialmente lo stop alle trattative. L’Inter si preoccupa di definire le ultime operazioni in uscita e resta vigile sul fronte entrate, in attesa di capire se ci sarà la possibilità di fare un ultimo regalo a Mazzarri. Seguite con noi il live dei movimenti più importanti in diretta dall’Atahotel Executive di Milano.