Zanetti: “Non riesco a immaginare l’Inter senza Moratti. Su Thohir, Mazzarri e il mercato…”

zanetti
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

zanettiNel corso della trasmissione televisiva La Domenica Sportiva, il capitano dell’Inter Javier Zanetti è intervenuto per ricevere gli auguri di buon compleanno, avendo compiuto il 10 agosto 40 anni. Durante la chiacchierata telefonica ne ha approfittato per rispondere ad alcune domande sul suo rientro, il nuovo gruppo, le vicende societarie e sul mercato. Queste le parole del capitano:

“Questo è un compleanno che arriva in concomitanza con la continuazione del recupero dal mio infortunio, sono passati circa tre mesi e mi sento bene, il recupero va come da programma. Si farà un controllo a breve e se tutto va bene ricomincio a correre tra poco. Nel prossimo campionato mi auguro proprio di esserci, questo è il mio desiderio: di guarire prima possibile per rendermi utile in campo ancora”.

“Abbiamo un allenatore nuovo e tanti calciatori si sono aggiunti quest’anno, non è facile partire subito con una tournée con tutte grandi squadre, alcune di loro hanno magari 2 o 3 anni di lavoro alle spalle. Noi ci stiamo già preparando per la Coppa Italia per partire col piede giusto“.

Gli viene poi domandato di Thohir e di quale sia lo stato d’animo del Presidente: “Io so che questa trattativa ci sia, ma ribadisco, penso che Moratti sia l’Inter, e questa famiglia che ha costruito, prima suo padre e dopo lui, dovrà continuare. Non so come andrà a finire la trattativa, ma so che il Presidente di sicuro farà la cosa migliore per l’Inter. Comunque non conosco Thohir, ma il Presidente è più preparato in questo senso e valuterà tutto quello che sarà possibile per l’Inter. Ribadisco, non posso immaginare l’Inter senza la famiglia Moratti, la sua passione e la sua voglia di lavorare per andare sempre più in alto”.

Sullo stato di salute della nuova Inter targata Walter Mazzarri: “Come ho detto prima, credo siamo in costruzione e con un allenatore nuovo, con idee nuove. So che i ragazzi han lavorato molto in ritiro e si cerca l’equilibrio per essere competitivi. Alcuni di noi sono fuori per infortuni ma vogliamo tutti tornare con i giovani a fare una squadra che lotti per grandi traguardi“.

Per finire, un commento sul mercato: “Io credo che il mercato sia aperto e che ci si guardi intorno per cercare di fare ancora più competitiva questa squadra. E’ troppo presto per fare delle valutazioni, siamo solo all’inizio e dobbiamo aspettare un po’. Con il Real eravamo contro una grossissima squadra con tasso tecnico elevato ma sono fiducioso che questa squadra farà bene questo campionato”.

 

Fonte: inter.it