CALCIOMERCATO/ Sirene estere per Kuz, ma la sua cessione è tutt’altro che scontata

Kuzmanovic
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

KuzmanovicMeno di un mese alla fine del calciomercato; agosto sarà il mese decisivo per rinforzare definitivamente le compagini che si daranno battaglia nella prossima Serie A. L’Inter lavora in maniera intensa per colmare le lacune sulla corsia destra e a centrocampo, tra sogni, nomi suggestivi e ipotesi concrete.

Negli ultimi giorni sono tornati a circolare diversi nomi di club stranieri intorno a Zdravko Kuzmanovic; il centrocampista serbo, arrivato a gennaio dalla Stoccarda, è reduce da un finale di stagione in chiaroscuro, ma ha mostrato segnali di ripresa in questo precampionato.

Le squadre interessate all’ex centrocampista viola sono molte, dal Siviglia al Betis in Spagna, senza dimenticare il West Ham in Inghilterra; tutte destinazioni non di primissima fascia, ma che, per tradizione e per risultati recenti, potrebbero essere considerati lidi graditi.

La sua cessione, però, è tutt’altro che scontata; oltre alla buona impressione destata dal serbo nel ritiro di Pinzolo, è difficile immaginare la sua partenza non preceduta dall’arrivo di un suo pari ruolo, con i nomi di Nocerino e Wellington sempre caldi.

La richiesta dello staff dirigenziale nerazzurro non sarà inferiore ai 4-5 milioni di euro, in modo da creare una plusvalenza in caso di cessione: Kuz, infatti, è stato acquistato per una cifra di poco superiore al milione di euro.

L’addio del serbo, al momento, non rappresenta una priorità, anzi Mazzarri sta tentando di rigenerare il ragazzo per farlo tornare sui livelli di Firenze; una “sfida” suggestiva, che potrebbe consegnare all’Inter un centrocampista di buonissimo livello, utile a rinfoltire la linea mediana.