Gino Peruzzi si accasa al Sunderland di Di Canio

CALCIOMERCATO/ Gino Peruzzi vicinissimo al Sunderland: l’erede di Zanetti sceglie la Premier

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Gino PeruzziDopo il passaggio di consegne avvenuto a giugno sulla panchina dell’Inter, con Andrea Stramaccioni che ha lasciato il posto a Walter Mazzarri, dalle parti di Appiano Gentile sono cambiati diversi scenari. Tra questi, anche qualche obiettivo di mercato è stato rivisto dal nuovo tecnico, che costruirà la squadra secondo il credo tattico, basato sulla difesa a tre, che lo accompagnato lungo tutto il corso della sua carriera.

Infatti, Stramaccioni avrebbe dato vita alla ricostruzione dell’Inter puntando tutto sul 4-3-3, dotato di tanta qualità e spinta dei terzini. In questo senso, i dirigenti di corso Vittorio Emanuele avevano puntato con decisione su Gino Peruzzi del Vélez Sarsfield. Nato a Corral de Bustos il 9 giugno 1992, Peruzzi era stato dichiarato dallo stesso Javier Zanetti come suo perfetto erede. La sua duttilità tattica, che gli permette di giocare sia da terzino che da esterno o interno di centrocampo, era stato un aspetto molto gradito agli osservatori interisti, che avevano individuato il terzino argentino quale rinforzo ideale per l’out di destra.

Giustamente poi, Mazzarri ha fissato i suoi obiettivi, con Mauricio Isla che rapidamente ha sparigliato la concorrenza dei vari Basta, Jung, Janmaat e dello stesso Peruzzi. Proprio il terzino appena ventiduenne, sta per accasarsi al Sunderland.

Il club inglese, allenato da Paolo Di Canio, si sta dunque assicurando uno dei prospetti più interessanti del calcio sudamericano, a lungo sedotto dall’Inter e abbandonato perché più adatto ad una difesa a quattro piuttosto che ad uno schieramento che prevede tre soli difensori.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy