CALCIOMERCATO/ Inter: Isla obiettivo primario, ma l’ipotesi Basta non è tramontata

Basta Isla
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Basta IslaLe due parti, al momento, hanno cristallizzato le loro posizioni: la Juventus è ferma alla richiesta iniziale di 7,5 milioni di euro e l’Inter, dal canto suo, non sembra disposta a versarne più di 6. La trattativa in questione è naturalmente quella riferita a Mauricio Isla, esterno destro richiesto esplicitamente da Walter Mazzarri che lo inserirebbe perfettamente all’interno del suo collaudatissimo 3-5-2 e attualmente in comproprietà tra i bianconeri e l’Udinese.

Il gap che separa domanda e offerta è quindi quasi insignificante (un milione e mezzo di euro), ma c’è bisogno di un piccolo sacrificio da una delle parti (o di entrambi, incontrandosi a metà strada) per arrivare alla definitiva fumata bianca.

La situazione sembra essersi arenata in quanto Marotta e Paratici non vorrebbero allontanarsi troppo dai 9 milioni sborsati solo un anno fa per strappare la metà del giocatore alla famiglia Pozzo; la società nerazzurra, invece, si sente forte della volontà del venticinquenne cileno che, a più riprese, ha fatto capire di aver scelto Milano come prossima destinazione dove potersi rilanciare dopo una stagione vissuta da comprimario.

Lo scorso campionato ha regalato pochissime soddisfazioni all’eclettico centrocampista di Santiago del Cile che ha totalizzato solo 11 presenze in campionato (20 in totale) non riuscendo mai a trovare la via della rete; il mister juventino Antonio Conte gli ha quasi sempre preferito Lichtsteiner e all’occorrenza anche Caceres.

Branca e Ausilio, però, vista la situazione di stallo che si è creata, stanno continuando a tenere aperta la pista che porta a Dusan Basta, altro laterale esploso ad Udine sotto la gestione di Guidolin, che rappresenta attualmente la seconda scelta per la corsia destra dell’Inter. Il laterale serbo convince di meno rispetto ad Isla sia per una questione economica (sembrano troppi i 10 milioni di euro richiesti dai friulani) che per un dato anagrafico (classe 1984, quattro anni in più rispetto al suo ex compagno di squadra).

La priorità e la volontà della società di corso Vittorio Emanuele resta quella di concludere l’affare con il cileno della Juventus che costa di più nel totale, considerando che si acquisirebbe solo la metà del cartellino, ma che garantirebbe un esborso momentaneo inferiore rispetto alla cifra necessaria per arrivare al centrocampista dell’Udinese.

Mauricio Isla in pole position con Dusan Basta a fungere da paracadute: in due a contendersi il futuro ruolo di padrone della fascia destra dell’Inter.