CALCIOMERCATO/ Cassano va, Silvestre quasi. Per Belfodil manca solo l’ufficialità

Ishak Belfodil
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Ishak BelfodilGente che parte, gente che sta per arrivare. Si potrebbe riassumere così l’affare Belfodil, giovane attaccante del Parma sempre più vicino all’Inter, in cambio del quale saranno spediti in Emilia Cassano e Silvestre. Un colpo simbolo del nuovo corso, per almeno due motivi: per la seconda volta, dopo l’acquisto Kovacic, la società nerazzurra ha dimostrato di voler investire sui giovani, così mentre si parlava di Gilardino a sorpresa ecco spuntare Ishak; in secondo luogo perché, in mancanza dei fondi necessari, la distanza tra domanda e offerta è stata colmata con una sorta di scambio di pedine, questo (o questi) per quello, e tutti contenti.

Per vedere Belfodil con la maglia nerazzurra ormai manca solo l’ufficialità. L’accordo con il Parma c’era già dalla scorsa settimana, restava solo da convincere i giocatori in questione a partire. L’algerino non vede l’ora di arrivare all’Inter, l’ha dimostrato in una breve intervista rilasciata ad FcInterNews negli scorsi giorni: “A chi non piacerebbe giocare nell’Inter? E’ un grande club, con una grande storia“. Il problema riguardava semmai Cassano e, soprattutto, Silvestre.

Il pibe de Bari alla notizia dell’arrivo di Mazzarri sulla panchina nerazzurra aveva esultato: ecco un allenatore con cui potrò riconquistare una maglia da titolare, forse anche in Nazionale, il suo pensiero. Purtroppo però i rapporti con l’ambiente nerazzurro devono essere compromessi, se è vero che il nome di Fantantonio è stato messo subito sul piatto da Branca per arrivare a Belfodil. Il barese, allettato da un’offerta del Genoa, alla fine avrebbe accettato di vestire la maglia dei ducali, anche grazie alla prospettiva di riabbracciare mister Donadoni, col quale ha vissuto una parentesi felice in Nazionale.

Per Cassano quindi les jeux sont fait: dopo aver risolto anche la questione dei diritti d’immagine, il 99 è pronto a firmare un triennale. Diverso il caso di Silvestre: l’argentino non sarebbe voluto partire, deciso di poter convincere Mazzarri a dargli un’altra chance. Ad oggi però, sembra che il difensore si stia convincendo. Se dovesse dire di sì è pronto un prestito con diritto di riscatto fissato tra i 4 e i 5 milioni.

L’ufficialità di Belfodil potrebbe arrivare nelle prossime ore, indipendentemente dal sì di Silvestre. Così il primo colpo del mercato nerazzurro sembra fatto come si deve: via due trent’enni e dentro una giovane promessa, con costi contenuti grazie al risparmio sugli ingaggi pesanti dei partenti. Gente che parte e gente che sta per arrivare, avanti così.