CALCIOMERCATO/ Bardi vicino a un ritorno in prestito al Livorno. Handanovic resta?

Francesco Bardi
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

calciomercato BardiDopo l’ottimo Europeo di categoria disputato in Israele da Francesco Bardi, l’Inter cerca di definire il futuro prossimo del giovane e talentuoso portiere livornese. In questi giorni la società di corso Vittorio Emanuele ha intavolato un discorso con i responsabili di mercato proprio della società amaranto presieduta da Spinelli.

La delegazione, rappresentata da Signorelli e Capozucca (ufficialmente ancora sotto contratto con il Genoa ma già arruolato dal club toscano, ndr), ha incontrato Branca per verificare la disponibilità dell’Inter ad un’eventuale cessione in prestito del portierino nerazzurro. Per quanto è dato sapere, l’incontro pare aver prodotto esiti positivi e, di conseguenza, sembrerebbero in forte ascesa le quotazioni di un possibile ritorno di Francesco Bardi alla squadra della sua città natale (il portiere dell’Under 21 ha già difeso i pali del Livorno nella stagione 2011/2012, ndr).

Il condizionale è d’obbligo anche perchè, nella giornata di ieri, il procuratore Rispoli, agente del talentuoso portiere di proprietà interista, ha dichiarato che molti club anche europei, durante l’Europeo Under 21, hanno visionato ed attenzionato Francesco Bardi. In ogni caso, anche se l’ottimo rendimento dell’estremo difensore azzurro ne ha esaltato ancor più il valore ed ha ingolosito osservatori di mezza Europa, il destino di Bardi sembra già segnato e definito. L’Inter, infatti, sembra accogliere ben volentieri l’opzione prestito, soprattutto a favore di un club che disputerà il massimo campionato.

Il giovane toscano, in tal modo, potrà assaggiare la categoria in un ambiente dove pressione e senso di responsabilità hanno una valenza meno asfissiante. Tale scenario sembra  preannunciare anche la possibilità di una riconferma di Samir Handanovic che continuerebbe ad alzare la saracinesca davanti alla porta nerazzurra in attesa della definitiva crescita del giovane italiano.

Molto probabilmente il disegno dell’Inter è proprio questo: far crescere gradualmente il proprio gioiello per potersi garantire un degno sostituto di Handanovic quando il portiere sloveno emigrerà verso altri lidi. Presente e futuro dell’Inter, a questo punto, sembrerebbero essere davvero in ottime mani.