Il pagellone nerazzurro 2012/13: Nagatomo, voto 5.5

Nagatomo Juventus-Inter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

pagellone nerazzurro Nagatomo Juventus-InterIl pagellone nerazzurro 2012/13 realizzato dalla redazione di SpazioInter.it, passa oggi ai raggi X la stagione di Yuto Nagatomo. In un’annata che, nel quadro generale della squadra, è stata alquanto difficoltosa, l’operato del giapponese è stato certamente tra i meno criticabili sia dal punto di vista delle prestazioni, che da quello dell’impegno e della dedizione.

Nagatomo, voto 5.5

Il piccolo samurai, che risulta essere il primo e, al momento, unico calciatore giapponese della storia ultracentenaria dell’Inter, nella stagione appena conclusasi ha collezionato 35 presenze, 25 delle quali in campionato, 2 in Tim Cup e 8 in Europa League, dove ha anche messo a segno 2 reti contro l’Hajduk Spalato e il Rubin Kazan. Protagonista di buone prestazioni, Nagatomo ha dovuto fare i conti con alcuni problemi fisici che ne hanno limitato l’utilizzo. Il 18 dicembre, nella gara valida per gli ottavi di Tim Cup vinta per 2-0 contro l’Hellas Verona, si infortuna riportando un risentimento muscolare al polpaccio, inducendo la dirigenza a concedergli il permesso anticipato per le vacanze natalizie.

Con il nuovo anno, affiora per il giapponese un altro grattacapo, ovvero quello relativo alle condizioni del menisco esterno del ginocchio. Infortunio che lo terrà nuovamente ai box fino al 14 aprile quando, a Trieste, in occasione di Cagliari-Inter, Yuto rientra in campo per appena 3 minuti, giusto il tempo per sentire il riacutizzarsi del problema.

Soprattutto nella prima parte del campionato, Nagatomo è stato certamente uno dei punti di forza della squadra guidata da Stramaccioni, che ha potuto godere della duttilità e dello sprint del giapponese sia nella difesa a quattro come terzino, sia come esterno nel centrocampo a cinque. La sua stagione, influenzata dall’andamento negativo della squadra, si è chiusa amaramente anche per lui nell’ultima giornata di campionato quando, contro l’Udinese, in occasione del gol di Muriel che ha fissato il punteggio sul 5-2 per i friulani, ha pasticciato con Handanovic regalando all’attaccante colombiano uno dei gol più semplici della sua vita.

Grazie al buon inizio di annata e, soprattutto, a quanto fatto di ottimo all’Inter dal momento del suo arrivo nel gennaio 2011, Nagatomo si è comunque guadagnato il rinnovo del contratto fino al 2016 ufficializzato lo scorso inverno.