Mou attacca CR7: “Pensa di sapere tutto. Una volta l’ho criticato dal punto di vista tattico e lui…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Mourinho Cristiano RonaldoDopo l’addio – fra mille polemiche – a Madrid e al Real, per José Mourinho è arrivato il momento di togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Il primo obiettivo è Cristiano Ronaldo: “Lui pensa di sapere tutto e che un allenatore non possa farlo crescere. Ho avuto un problema molto semplice con lui, l’ho criticato dal punto di vista tattico e non l’ha presa bene. Nelle ultime settimane diceva di essere infortunato e non ne dubito…”.

Nel periodo successivo alle polemiche con Casillas, Mourinho spiegò di non gradire troppo i giocatori che si sentono arrivati e intoccabili. Ora viene fuori un nome d’eccezione: “Ronaldo con me ha fatto tre stagioni fantastiche – ha comunque mediato lo Special One a ‘Punto Pelota’ –. Non so se sono stati i migliori della sua carriera ma abbiamo trovato delle soluzioni per far esprimere al meglio il suo potenziale.

Il nuovo manager del Chelsea parla anche di Pepe, che, in barba al rapporto privilegiato col tecnico di Setubal, nelle ultime settimane difese Casillas e finì dritto in panchina: “Era con più di un piede fuori dal Real, ma ho lottato per fargli avere un contratto adeguato. Poi ha cominciato a giocare un ragazzo 13 anni più giovane di lui (Varane, ndr), che a mio parere meritava di più e lui lo ha capito. Pepe resta comunque un giocatore fantastico”.

Infine le conclusioni:Sono orgoglioso di aver allenato il Real, sono arrivato nel momento migliore della mia carriera e se non fossi passato da qui non sarei rimasto soddisfatto. La cosa migliore per i miei giocatori era che andassi via, ma non mi pento di nulla, non ne vale la pena”.

 

Fonte: Sportmediaset

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook