Berretti: tracollo nerazzurro a Interello. Poker dell’Atalanta e addio scudetto

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Juniores Berretti finale ritorno Inter vs AtalantaLa formazione Berretti dell’Atalanta allenata da Beppe Bergomi compie un vero e proprio capolavoro laureandosi campione d’Italia di categoria dopo la vittoria di oggi pomeriggio al centro sportivo Giacinto Facchetti.

Gli orobici hanno infatti battuto i pari età nerazzurri di Sergio Zanetti per 4-1 (doppietta di Ungaro, Bangal e Barba per i bergamaschi, di Bigotto invece il gol della bandiera dell’Inter) ribaltando l’1-0 dell’andata firmato dal centrocampista interista Nchama

Subito in vantaggio al 5′, la squadra allenata dall’ex capitano nerazzurro ha virtualmente chiuso i giochi già alla fine della prima frazione terminata in vantaggio per 3-0; nella ripresa i ragazzi di Zanetti hanno provato a riportare dalla loro parte le sorti del doppio confronto ma l’Atalanta ha controllato bene la partita segnando il quarto gol all’83’ prima della splendida rete, in rovesciata, di Bigotto all’89’ che serve solamente a fissare il risultato sull’1-4.

Dopo la semifinale dominata contro il Torino vincendo sia in casa che in trasferta, a Sergio Zanetti non riesce quindi il bis dopo lo scudetto conquistato l’anno passato con i classe 1994 (proprio in finale contro l’Atalanta, ndr), ma nonostante l’amaro epilogo la stagione è da archiviare sicuramente in maniera positiva per il gioco espresso, soprattutto nella seconda parte di stagione, e per i miglioramenti dei singoli ragazzi. 

I ragazzi del ’95 passeranno in blocco l’anno prossimo in Primavera e non è detto che non possano ritrovare nella categoria superiore mister Zanetti, tra i papabili infatti per sostituire Daniele Bernazzani alla guida della compagine giovanile più importante.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook