Quale sarà il ruolo di Cambiasso nell'Inter di Mazzarri?

Che ruolo avrà Cambiasso nell’Inter di Mazzarri?


ruolo di CambiassoQuale sarà il ruolo di Cambiasso nell’Inter di Mazzarri? Il tecnico toscano sa bene quanto sia importante dal punto di vista dell’esperienza e del temperamento la presenza del Cuchu nello spogliatoio nerazzurro. Valida ragione, dunque, per poter ritenere certa la permanenza del 19 interista a Milano, allontanando qualsivoglia voce su un possibile ritorno in patria.

Detto questo, bisognerà capire con quale regolarità verrà impiegato il centrocampista argentino e, soprattutto, in quale zona del campo. La sua intelligenza tattica, il suo leggere in anticipo dinamiche situazionali di gioco, il suo essere allenatore in campo, la sua capacità di buttarsi in area di rigore a fari spenti, i suoi tempi di inserimento, negli anni, lo hanno esposto a continui cambi di ruolo. Vertice basso del rombo per Mancini, centrocampista centrale in una linea a 2 per Mourinho, mediano per Gasperini, sostituto per Ranieri, interno per Stramaccioni, il povero Cambiasso ha sempre servito la causa nerazzurra con professionalità e sacrificio, versando sudore e, a volte, anche lacrime amare.

Non è dato ancora sapere se Mazzarri utilizzerà il 3-5-2, il 3-4-1-2 o il 3-4-2-1. In ogni caso il Cuchu sembra partire sfavorito nelle gerarchie del tecnico toscano che molto probabilmente otterrà un centrocampista dal mercato da affiancare a Kovacic e Guarin. Al momento il  talentuoso croato e il poderoso colombiano sembrano essere i punti fermi della mediana nerazzurra che l’ex tecnico del Napoli ha in mente di costruire per la prossima stagione.

Ad ogni modo la capacità del centrocampista albiceleste di rappresentare un validissimo jolly di centrocampo e, nell’emergenza, anche di difesa fa pensare che lo scaltro Mazzarri valuterà bene come, quando e quanto schierarlo. La sensazione è che il nuovo tecnico interista, anche in considerazione della non più freschissima età di Cambiasso, potrebbe abbassarne leggermente il raggio d’azione riportandolo nella posizione in cui prima Mancini e poi lo Special One lo utilizzarono.

Allo svantaggio di rinunciare ai prolifici e noti inserimenti in zona gol del Cuchu si opporrebbe il vantaggio di poter contare sulla sua proverbiale capacità di fare schermo davanti la difesa. Indipendentemente da ruolo e minutaggio, però, Mazzarri sa bene di poter contare su tutta la disponibilità, l’abnegazione e la collaborazione di un pilastro importantissimo della casa nerazzurra.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl