Icardi pupillo di Mazzarri: dopo il “no” di gennaio, i due si ritroveranno in nerazzurro

3. Mauro ICARDI (19 anni e 11 mesi): Sampdoria-Pescara
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Mauro Icardi pupillo di Mazzarri

Mentre l’Inter cominciava il suo declino verso le zone “ignobili” della classifica, gli uomini del mercato nerazzurro iniziavano già a programmare la prossima stagione: Botta, Laxalt, Campagnaro, Andreolli e Icardi le operazioni concluse da Branca e Ausilio prima della fine del campionato. Un mercato partito in sordina e costruito soprattutto sulla conferma di Stramaccioni anche per la stagione 2013-2014. L’esonero dell’allenatore romano, con il conseguente arrivo di Mazzarri costringeranno inevitabilmente la società a rivedere qualche scelta.

Come vi abbiamo già raccontato, il problema non sussisterà per i due difensori, visto che Campagnaro diventerà uno dei punti fermi del nuovo corso e Andreolli rappresenterà un ottimo rincalzo per la retroguardia nerazzurra. Dai piani del nuovo allenatore invece potrebbero restare esclusi Laxalt e Botta: il primo potrebbe entrare in ballottaggio con Joel Obi per un prestito annuale in una piazza meno importante, mentre il futuro dell’argentino verrà valutata a gennaio, dato che dovrà comunque star fermo per almeno 6 mesi dopo l’infortunio al ginocchio rimediato in Copa Libertadores.

Un altro innesto che invece vedrà invariata la sua situazione e potrebbe addirittura trarre giovamento dal nuovo corso è Mauro Icardi. Infatti, il giovane talento ex blucerchiato è arrivato all’Inter con la promessa di essere messo al centro del progetto. E così sarà. Se da un lato infatti Mazzarri nella sua carriera ha dimostrato di essere più abituato a lavorare con giocatori già formati e pronti per il grande salto, è anche vero che il tecnico toscano ha sempre svolto un ottimo lavoro con le punte a disposizione, valorizzandole al massimo (come successo con Cavani a Napoli e precedentemente con Lucarelli, Bianchi e Pazzini).

Ecco allora che con l’ex tecnico del Napoli, Icardi potrebbe esplodere definitivamente, nonostante la giovane età e la poca esperienza. A questo si aggiunge il fatto che il giocatore era già apprezzato dallo stesso tecnico che nell’ultima sessione di mercato aveva chiesto a De Laurentiis di provare in tutti i modi a portarlo a Napoli, vedendosi però rispondere picche dalla Sampdoria. Maurito voleva fortemente l’Inter, così come Mazzarri: la speranza è che entrambi possano diventare il punto di partenza di un nuovo ciclo di vittorie.