Le parole di Spendlhofer in merito all'esordio in A e al contratto

Spendlhofer: “Ho vissuto momenti difficili, ma il peggio è passato. L’Inter è nel mio cuore e sul contratto…”


Genoa vs Inter SpendlhoferPiccoli nerazzurri crescono. Dopo Pasa, Mbaye e Benassi, giusto per citarne alcuni, domenica scorsa, nella trasferta a Genova, è toccato a Lukas Spendlhofer esordire in prima squadra: per il difensore austriaco, classe 1993, si tratta di una soddisfazione particolare, giunta dopo mesi travagliati in seguito a vicissitudini contrattuali.

Proprio facendo riferimento a quel periodo, Lukas esordisce in un’intervista rilasciata al portale austriaco Sport10: “Sono stati momenti davvero difficili perchè non si riusciva proprio a raggiungere un accordo. Fortunatamente ora il peggio è passato e mi sento molto più rilassato”.

Dopo il rientro in Primavera, avvenuto a cavallo tra fine febbraio e inizio marzo, in questo finale di stagione sono arrivate le convocazioni in prima squadra, con tanto di esordio nello 0-0 con i Grifoni: “Speravo davvero di riuscire a esordire, ogni volta ero pronto per entrare in campo. Quando Stramaccioni mi ha chiamato per entrare ho provato sensazioni contrastanti, dal nervosismo alla voglia di far bene, fino alla grande gioia quando ho realizzato che era arrivato il mio momento”.

Una volta entrato in campo, però, il nervosismo ha lasciato definitivamente spazio alla concentrazione: “Sì, una volta che entri il nervosismo sparisce e pensi solo a far bene e a stare concentrato sulla partita”.

Per concludere, il centrale austriaco parla della stagione difficile vissuta dall’Inter e del suo affetto per i colori nerazzurri: “E’ stata un’annata travagliata e molto dura, ci sono stati tantissimi infortuni e abbiamo dovuto cambiare modulo, passando dal 4-3-3 al 3-5-2. Nonostante gli alti e bassi, però, l’Inter resta sempre nel mio cuore”.

 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl