Rilancio Jonathan: il brasiliano sogna la riconferma in nerazzurro

Per il “nuovo” Jonathan la riconferma non è più utopia


rilancio JonathanAnche per lui, l’addio sembrava solo una questione di tempo; invece, in questa ultima fase di campionato, è sotto gli occhi di tutti, addetti ai lavori e non, il rilancio di Jonathan, complici anche prestazioni di livello sfoggiate solo nella breve esperienza in cui è stato in prestito al Parma.

La settimana scorsa, il terzino brasiliano aveva dichiarato apertamente la sua voglia di restare in Italia, nello specifico all’Inter, almeno fino alla scadenza naturale del contratto (30 giugno 2015). Ora la sua idea di restare in nerazzurro per almeno un’altra stagione non sembra affatto una chimera.

Ovviamente, l’esterno carioca non verrebbe considerato come un punto cardine della rosa, ma più semplice un gregario di Zanetti, quando il capitano rientrerà dall’infortunio, e dell’esterno destro che la società sta cercando, con i pluri-reclamizzati Peruzzi, Montoya e Van der Wiel in pole position.

Con l’infortunio accorso a Pupi e le enormi difficoltà di Schelotto ad arretrare il suo raggio d’azione, l’esigenza dei dirigenti nerazzurri sarebbe quella di cercare ben due esterni destri difensivi nel prossimo mercato estivo, anche se l’idea di agire in maniera decisa anche in altri reparti potrebbe spingerli a confermare l’ex Santos, che pare essersi finalmente scrollato di dosso la pesante e ingombrante etichetta di nuovo Maicon.

Tuttavia è doveroso ricordare che a partire da luglio Stramaccioni avrà a disposizione Hugo Campagnaro, attualmente in forza al Napoli: l’argentino ex Piacenza, grazie alla sua duttilità, ha già mostrato, soprattutto in Nazionale, di saper agire anche da laterale destro, oltre che nel ruolo di difensore centrale. Per questo, se dovesse arrivare un’offerta per Jonathan, Moratti potrebbe decidere di fare cassa, affidandosi al 32enne di Cordoba come alternativa al futuro titolare, in attesa del ritorno di capitan Zanetti.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy