Tanti auguri Ricky. Ora è il momento del salto di qualità

Ricky Alvarez
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Ricky AlvarezIl 12 aprile del 1988 a Buenos Aires nasceva Ricky Alvarez, talentuoso trequartista, dotato di una tecnica invidiabile e di un ottimo sinistro, soprattutto nelle conclusioni dalla distanza. Oggi, nel giorno del suo venticinquesimo compleanno, i messaggi di auguri da parte del popolo nerazzurro sono molteplici, così come le speranze di assistere, in questo finale di campionato, al definitivo salto di qualità di un giocatore che ha avuto troppi bassi e pochi alti.

Arrivato a Milano nell’estate 2011 insieme a tante aspettative, l’argentino non è sembrato integrarsi al meglio nel difficile contesto della Serie A, complici anche qualche infortunio e i continui cambi tattici e di allenatori che hanno costellato le ultime due stagioni interiste.

Dal suo esordio, sostanzialmente brillante, nella sconfitta in Supercoppa contro il Milan nell’agosto 2011, Ricky Maravilla ha fatto intravedere solo sprazzi delle sue qualità, basti pensare alle gare con Lecce e Udinese nella passata stagione o a quella con l’Atalanta di domenica scorsa, condite da gol e giocate pregievoli.

Purtroppo il suo atteggiamento un po’ troppo blando per i ritmi del calcio italiano gli è costato in più di una circostanza i sonori fischi di San Siro, stadio tanto affascinante quanto esigente e spesso intransigente: a fare da contorno a questa situazione non agevole ci sono stati i diversi guai fisici, ormai una sorta di maledizione in casa nerazzurra, che non gli hanno permesso di dare continuità alle sue prove.

Ora, visti i K.O. di Milito, Cassano e Palacio, toccherà a lui e Rocchi sostenere il peso di una squadra in emergenza che punta alla finale di Coppa Italia per rendere meno amara la stagione: questa responsabilità, abbinata ai 25 anni, età in cui le doti fisiche di un calciatore sono al top e l’esperienza è già a livelli importanti, potrebbe essere la chiave giusta per sbloccare mentalmente il talento argentino.

La riconferma nella rosa dell’Inter che verrà passa da questo scorcio di stagione: nell’attesa di capire quale sarà il futuro dell’ex Velez, ci uniamo agli auguri di buon compleanno, sperando che il regalo più bello possa farlo lui al popolo nerazzurro con una rete decisiva nel match con il Cagliari.