Guarin e Kovacic perni fondamentali di una mediana che aspetta l'esplosione di Duncan

Guarin e Kovacic perni fondamentali di una mediana che aspetta l’esplosione di Duncan

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Guarin KovacicLa stagione ancora in corso non ha ancora espresso tutti i suoi verdetti, ma in casa Inter si pensa già in maniera attiva al futuro. Dopo un’annata travagliata come quella che si sta completando senza grosse soddisfazioni, Massimo Moratti sta cercando di individuare i punti cardini dai quali ripartire per tornare grandi.

Tra questi, dovrebbe esserci ancora Andrea Stramaccioni, che con tutta probabilità verrà confermato sulla panchina nerazzurra a meno di clamorosi ribaltoni.

Uno dei pochi risvolti positivi che ha avuto questa stagione è stata certamente la scoperta di Mateo Kovacic. Il regista croato, arrivato nel mercato di gennaio dalla Dinamo Zagabria per 11 milioni di euro più 4 di bonus, ha dimostrato di essere già un grande giocatore nonostante la giovane età.

Nato il 6 maggio 1994 a Linz, Kovacic è un talento completo, veloce e con potenzialità enormi. Schierato ormai abitualmente davanti alla difesa, ha dato fluidità alla manovra nerazzurra. Le sue prestazioni più convincenti, sono coincise con le migliori di tutta la squadra, come in occasione della gara di ritorno in Europa League a San Siro contro il Tottenham.

Oltre alla grande tecnica e alla visione di gioco che lo contraddistinguono, Kovacic può vantare una grande duttilità tattica, visto che può essere impiegato anche come mezzala o trequartista, ruolo in cui si è fatto notare in patria.

Per il futuro, l’Inter ha intenzione di far girare la squadra proprio attorno alla sua classe. Il centrocampo del futuro però, vanta altre frecce di un arco che può diventare davvero importante.

Nonostante nell’ultimo periodo stia facendo fatica rispetto a qualche mese fa, Fredy Guarin, nell’Inter che verrà, reciterà certamente un ruolo da protagonista in mezzo al campo. Il suo strapotere fisico e la sua abilità negli inserimenti, saranno preziosi nell’economia della squadra.

L’ipotetico terzetto mediano, potrebbe essere completato da Joseph Alfred Duncan. Il centrocampista in prestito al Livorno, di proprietà dell’Inter, sta ben impressionando nel campionato cadetto dove, da gennaio in poi, ha già collezionato 16 presenze.

Dotato di un fisico impressionante, il mediano ghanese classe 1993 a giugno potrebbe tornare ad Appiano Gentile per essere inserito definitivamente in prima squadra da Stramaccioni. A dimostrazione di quanto abbia bene impressionato in questi mesi, il 14 novembre 2012 Duncan ha debuttato con la maglia della Nazionale ghanese, nella vittoria per 1-0 contro Capo Verde.

Senza dimenticare Marco Benassi, che sembra destinato però a partire per fare esperienza in una piazza con meno pressioni, è da tenere in considerazione anche l’apporto che potrà dare Joel Obi una volta che avrà superato definitivamente quei malanni fisici che in questa stagione non gli hanno mai permesso di esprimersi con continuità. Il nigeriano, classe 1991, sembra perfetto per il ruolo di interno sinistro al fianco di Kovacic.

Tra tante macerie, quindi, potrebbe nascere un centrocampo di livello davvero importante.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy