CALCIOMERCATO/ Inter: Dragovic obiettivo per il dopo-Samuel. Ma in vantaggio c’è…

Dragovic Basilea
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Dragovic BasileaOcchi puntati su Aleksandar Dragovic. Il difensore centrale austriaco, attualmente in forza al Basilea, è finito sul taccuino della società di corso Vittorio Emanuele nella lista dei possibili eredi di Walter Samuel.

Il Muro argentino, considerati i problemi fisici che lo stanno tormentando e i 35 anni appena compiuti, non sa ancora se rinnoverà il suo contratto con i nerazzurri; tuttavia, a prescindere dalla decisione che verrà presa a fine stagione, l’Inter dovrà cominciare a cercare un nuovo leader per la sua difesa.

Ad oggi, infatti, il reparto è composto dagli ottimi, ma ancora troppo discontinui, Ranocchia e Juan Jesus, dal deludente Silvestre, il cui destino è più che mai incerto, e da Chivu che, così come Samuel, non offre sufficienti garanzie a livello fisico. A giugno arriveranno a parametro zero Andreolli e Campagnaro, ma nessuno di questi sembra in grado di offrire tecnicamente quello che riusciva a garantire il numero 25 nerazzurro.

Classe 1991, Dragovic è arrivato nel 2011 dall’Austria Vienna ed è uno dei prospetti più interessanti che offre attualmente il panorama calcistico europeo; non a caso, è considerato da tempo un punto cardine della propria nazionale, nonostante la giovane età. La società svizzera, forte delle offerte che piovono per lui, ha fissato la base d’asta a 8 milioni di euro. Sulle sue tracce ci sono Arsenal, Zenit San Pietroburgo, Milan e Roma, ma su tutte è forte il pressing del Borussia Dortmund, alla ricerca di un giocatore che possa sostituire il partente Hummels, corteggiato insistentemente da Barcellona e Bayern Monaco.

La squadra di Klopp, fresca di qualificazione alle semifinali di Champions League e con la certezza di partecipare alla competizione anche l’anno prossimo, sembra essere in netto vantaggio rispetto alle altre pretendenti, potendo contare anche sul fatto che il procuratore del difensore 22enne è lo stesso che cura gli interessi di Gotze e Reus.

L’Inter, per ora, resta alla finestra, e presto deciderà se inserirsi concretamente nella trattativa o virare su altri obiettivi.