GdS: Moratti, fiducia rinnovata a Strama. Ecco i motivi…

Inter allenamento Meazza Stramaccioni Moratti (00) 07082012
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Inter allenamento Meazza Stramaccioni Moratti (00) 07082012Nonostante una stagione non certo indimenticabile a livello di risultati, Massimo Moratti sembra intenzionato a confermare Stramaccioni sulla panchina dell’Inter anche per la prossima stagione. Non sempre in passato il presidente nerazzurro ha avuto così tanta fiducia in un allenatore: per questo la Gazzetta dello Sport ha provato a fare un’analisi della situazione, cercando di capire i motivi di questa presa di posizione da parte del patron interista.

Innanzitutto perché c’è ancora la possibilità di dare un senso a questa annata maledetta. Il terzo posto è lontanissimo, un’utopia visto l’altalenante rendimento della squadra, ma Zanetti e compagni hanno ancora la possibilità di vincere un “titulo”, ovvero la Coppa Italia in cui l’Inter è semifinalista e la prossima settimana a San Siro avrà la possibilità di qualificarsi per la finale ribaltando il 2-1 rimediato all’Olimpico contro la Roma nella gara d’andata.

Gioca poi un ruolo importante anche la giovane età del tecnico romano. Moratti sa bene che alla prima esperienza in Serie A gli alti e i bassi sono all’ordine del giorno, e proprio a tal proposito torna alla mente una frase del patron nerazzurro: Stramaccioni ha bisogno di sbagliare per fare l’esperienza che non ha potuto fare in precedenza. Non posso permettermi di bruciarlo.

Non sono poi da sottovalutare i fattori interni come ad esempio la vicenda Sneijder, le frizioni con lo staff medico, situazioni che l’allenatore ha dovuto gestire senza un sostegno adeguato da parte della società e che hanno inevitabilmente condizionato il progetto. Decisivi secondo la dirigenza nerazzurra anche i fattori esterni, su tutti i torti arbitrali che avrebbero inciso sulla classifica dell’Inter, estromettendola con largo anticipo dalla corsa Champions; per non parlare dei numerosi infortuni, ultimi in ordine di tempo quelli di Palacio e Cassano.

La speranza del presidente, quindi, è che la stagione si concluda positivamente, senza ulteriori colpi di scena,così da poter confermare Stramaccioni, archiviando le candidature dei vari Blanc, Mihajlovic e Mazzarri, che non hanno mai entusiasmato più di tanto.

Antonio Pilato