Cassano out, in avanti resta il solo Rocchi. I ragazzi della Primavera…

Cassano delusione Inter-Tottenham
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Cassano delusione Inter-TottenhamEnnesima tegola in casa nerazzurra. Dopo l’infortunio di Milito, subìto in Europa League contro il Cluj e quello di Palacio, avvenuto mercoledì scorso contro la Sampdoria, ora anche Antonio Cassano è costretto ad alzare bandiera bianca. Ieri sera il barese ha riportato uno stiramento alla coscia destra nel tentativo di smarcare un compagno con un colpo di tacco e, dopo esser stato curato dallo staff medico, ha deciso che lasciare il campo fosse la cosa migliore. Oggi verranno effettuati ulteriori verifiche, ma si presume già che possa stare fermo ai box per una ventina di giorni.

Mister Stramaccioni, dalla prossima giornata, sarà costretto a schierare come unico terminale offensivo quel Tommaso Rocchi arrivato ad inizio gennaio giusto per rimpolpare l’attacco, ma che, a causa di un susseguirsi di vicissitudini, si è trovato ad essere indispensabile per lo scacchiere tattico nerazzurro,  nell’attesa, ovviamente, che rientrino il Trenza e FantAntonio.

Il tecnico romano non potrà far affidamento neanche sui ragazzi della Primavera, in quanto li reputa ancora un po’ troppo acerbi per giocare a certi livelli, come ricordato anche nella conferenza post match di ieri. Difficilmente potremo vedere ragazzi come Forte e Colombi partire titolari, più facile che entrino a partita in corso per far rifiatare la punta veneta, ormai alla soglia dei trentasei anni e ancora alla ricerca della migliore condizione.

Se questo accaduto in questa stagione “stregata” per quel che riguarda gli infortuni, si fosse presentato l’anno scorso, la situazione sarebbe stata diversa, in quanto la formazione Primavera (quella vittoriosa in campionato e nella Next Generetion Series) avrebbe potuto offrire ragazzi come Livaja, Longo e Bessa. Questi ultimi, attualmente, stanno trovando un po’ di difficoltà fisiologiche al loro primo impatto con il mondo professionistico, ma hanno qualità che lasciano intravedere una carriera piena di soddisfazioni, con la speranza che queste avvengano in nerazzurro.