L'Inter aspetta Samuel: la difesa invoca il ritorno di The Wall

L'Inter aspetta Samuel: la difesa invoca il ritorno di <i>The Wall</i>

Samuel Inter allenamentoWalter Adrian Samuel, The wall, il muro: il centrale argentino è colui che, in questo momento, manca all’Inter davanti alla porta di Handanovic, sia come riparo dalle "cannonate" avversarie che ultimamente si stanno abbattendo con allarmante costanza verso il portierone sloveno, sia come personalità in campo.

Un uomo capace di dare carattere ad una difesa fin troppo timida nelle ultime uscite, basti pensare al dato che riguarda i gol subìti: sono infatti 10 le reti al passivo negli ultimi 5 match, tra cui spiccano il 4 a 1 di Firenze e il “fresco” 3 a 0 di Londra. Proprio nella partita di ieri, lo straripante Tottenham ha messo ancor di più in evidenza le lacune difensive dei nerazzurri; oltre alla poca incisività dei singoli e all’approccio sbagliato, tre gol su tre sono stati figli di errori difensivi: troppo statici i difensori interisti, mai sull'uomo, quasi con un timore reverenziale rispetto agli avversari.

Le colpe, ovviamente, non sono solo della difesa, ma il recupero del "muro" argentino non potrà che portare benefici a una retroguardia in cui sembrano mancare spesso personalità e concentrazione. Fino all’infortunio, infatti, l'argentino è stato il perno fondamentale del pacchetto arretrato: la sua sicurezza veniva trasmessa anche agli altri compagni di reparto ed è per questo la sua assenza pesa ancora di più negli equilibri della squadra di Stramaccioni.

Da mercoledì Wally ha ripreso a lavorare con il gruppo: difficile credere che venga impiegato già a partire dal match con il Bologna, ma il giocatore comincia a intravedere la luce in fondo al tunnel. I nerazzurri pensano di recuperare quanto prima l’argentino per provare a ritrovare quella quadratura difensiva di inizio stagione, considerando anche che tra due settimane a San Siro arriverà la Juventus di Conte. Dal recupero dell'argentino, infatti, dipendono molte speranze di ottenere un posto nella Champions League 2013/2014.

Vista la disfatta europea, dove solo un miracolo può regalare i quarti di finale a Zanetti e compagni e il comunque non semplice passaggio del turno in Coppa Italia, l’Inter è chiamata a non fallire anche quest’ultimo obiettivo.

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram