Strama: “Siamo in emergenza. Cercheremo di onorare l’impegno, ma il nostro obiettivo principale…”

Andrea Stramaccioni conferenza vigilia Inter-Rubin Kazan
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Andrea Stramaccioni conferenza vigilia Inter-Rubin KazanDomani alle ore 21.05, l’Inter scenderà in campo allo stadio White Hart Lane di Londra per l’andata degli ottavi di finale di Europa League contro il Tottenham.

Andrea Stramaccioni ha presentato la sfida nella consueta conferenza stampa della vigilia, tenutasi presso l’Hotel “Melia White House”. Ecco le sue parole:

sulle CONDIZIONI della SQUADRA

“Sicuramente arriviamo a questa gara per noi molto importante con una condizione infortunati abbastanza particolare. Stiamo cercando di recuperare più elementi possibile per la partita di domani, ma non possiamo comunque permetterci di rischiare i giocatori che non saranno in perfette condizioni fisiche. Per questo, vista la situazione di emergenza, abbiamo deciso di aggregare sei giocatori della Primavera”.

sul PROGETTO NERAZZURRO

“Con questa stagione l’Inter ha iniziato un processo di rinnovamento importante, dopo aver concluso un ciclo in cui ha vinto tutto quello che si poteva vincere. Adesso la società e il Presidente sono orientati a costruire un nuovo grande ciclo. La nostra squadra attualmente è composta da un mix di giocatori che hanno scritto la storia dell’Inter e giovani di prospetto che rappresenteranno il futuro dell’Inter. Finora, considerando i problemi che abbiamo avuto, il progetto sta andando avanti in maniera soddisfacente”.

su CASSANO

“Antonio è qui, è stato regolarmente convocato. Si è allenato e domani sono sicuro che, o dal primo minuto o a gara in corsa, darà il suo contributo. In questo momento non c’è nessun tipo di problema”.

sul TOTTENHAM e su BALE

“Penso che, oltre a essere una squadra molto forte fisicamente, il Tottenham sia una squadra di grande qualità, capace di giocare un ottimo calcio. Villas-Boas è partito da un’ottima base ma ha fatto un grande lavoro. Credo che la crescita del Tottenham sia per gran parte merito suo. Bale è uno dei giocatori più completi del panorama europeo, è sempre decisivo ed è proprio questo fatto che distingue un buon giocatore da un campione”.

“Un piano particolare per fermarlo? Credo sia importante per l’Inter fare una prestazione molto attenta. Sappiamo che in questo momento anche a livello di scelte non abbiamo la possibilità di cambiare tanto rispetto alle ultime partite per i motivi di cui parlavo prima. Bale è un giocatore da tenere in grande considerazione, ma credo che domani si giochi Tottenham-Inter e non Bale-Inter”.

su CATANIA-INTER

“Sono convinto che il secondo tempo della gara giocata a Catania sia stato alla base una reazione, ma che ci sia stato anche un grande contenuto tecnico perchè la squadra dopo lo svantaggio ha saputo creare tanto. Non può essere stata solo una reazione nervosa. Da quando abbiamo perso Milito, esclusa la partita successiva con la Fiorentina, questo modo di stare in campo con un attaccante centrale ha visto la squadra crescere gara dopo gara e provare a imporre un gioco, cosa che non sempre ci era riuscita in passato. La partita di domani sarà un po’ diversa da quella di Catania per le qualità dell’avversario e perchè non avrò a disposizione alcuni uomini che non sono in lista Uefa, ma sono convinto che questa sia la strada giusta. Poi, oggi è rientrato Samuel, sta rientrando Silvestre, aspetteremo Nagatomo. Sicuramente il recupero di questi giocatori è molto importante e l’abbiamo visto la scorsa domenica con Stankovic”.

sulle CONDIZIONI di GUARIN e RANOCCHIA

“Qui ci sono più di due giocatori che non sono in perfette condizioni. Valuterò Ranocchia e Guarin nell’ultimo test di domani mattina, ma non possiamo più rischiare di perdere altri giocatori per infortunio perchè, pur onorando al massimo la partita di domani, il nostro obiettivo resta quello di raggiungere il terzo posto”.