Inter attesa dalla Fiorentina di Montella, vera cooperativa del gol

Inter attesa dalla Fiorentina di Montella, vera cooperativa del gol


Vincenzo Montella FiorentinaDomenica sera l’Inter sarà di scena all’Artemio Franchi di Firenze, in una gara che si preannuncia molto combattuta, viste le posizioni d’alta classifica che le due squadre occupano. I viola giocheranno sicuramente con il coltello tra i denti per cercare di vendicare la gara d’andata, che li ha visti soccombere al Meazza per 2-1, grazie alle marcature di Milito su rigore e di Cassano; a nulla è valso il gol di testa di Romulo per il definitivo 2-1.

La squadra di Montella, dopo un girone d’andata che lasciava presupporre potesse essere una delle possibili outsider nella volata al tricolore, nell’ultimo periodo è calata vistosamente, sia dal punto di vista del gioco sia per quanto riguarda i risultati, tanto che, attualmente, occupa il sesto posto in classifica, a due lunghezze dal Milan, con un bottino di 11 vittorie, 6 pareggi e 7 sconfitte.

Contro i nerazzurri l’Aeroplanino avrà a disposizione tutti gli elementi per poter mettere in campo la formazione tipo, ovvero un 3-5-2 che vede in porta l’ex nerazzurro Viviano, in difesa Roncaglia, Rodriguez e Savic, a centrocampo, Cuadrado e Pasqual sugli esterni, mentre in mezzo spazio alla fantasia e alle geometrie di Aquilani, Pizarro e Borja Valero. Davanti, invece, la stellina Jovetic, con la sua tecnica e la sua rapidità, cercherà di servire al meglio l’eterno bomber Luca Toni.

I pericoli maggiori, sicuramente, verranno dai due attaccanti che, fino a questo momento, hanno totalizzato complessivamente 16 centri, ma attenzione perchè i gigliati sono un vera e propria cooperativa del gol, in quanto sono riusciti a mandare a segno ben 14 giocatori, e possono vantarsi d’essere la formazione della Serie A che ha segnato di più con difensori: 11 i gol, firmati da Rodriguez (5), Roncaglia (3), Savic (2 ) e Pasqual (1).

Un dato che denota la maggiore attenzione che la compagine nerazzurra dovrà impiegare sui calci piazzati, conoscendo anche l’abilità nel gioco da fermo dei tre giocatori di centrocampo.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy