Il centrocampo dell'Inter si prepara a cambiare pelle

Il centrocampo dell’Inter si prepara a cambiare pelle


Kuzmanovic KovacicDopo l’esordio sfortunato di Siena, dove comunque sono stati tra i pochi a salvarsi, Kuzmanovic e Kovacic sono pronti a prendere le redini del centrocampo nerazzurro.

Arrivati nelle ultime ore del mercato di gennaio, i due neo-acquisti sono stati gli innesti tanto desiderati da Stramaccioni, che non ha esitato a gettarli nella mischia sin dalla prima occasione.

Contro il Siena, Kuzmanovic ha esordito dal primo minuto, mentre Kovacic è subentrato nella ripresa per cercare di rimettere in sesto una partita da dimenticare.

Nella conferenza stampa della vigilia, il tecnico romano ha illustrato così le sue intenzioni su come utilizzare i nuovi acquisti: “Kuzmanovic è un centrocampista centrale che può giocare a due o a tre, le cose migliori le fa davanti alla difesa perché detta i tempi o fa da schermo. Lui e Kovacic a Siena hanno fatto vedere le loro qualità. Per quanto riguarda Mateo, i numeri parlano per lui, con 40 presenze in prima squadra, Champions compresa. Il campionato italiano certo è difficile, intenso tatticamente per un ragazzo giovane ma lui è uno che agisce perfettamente in tutte le zone del centrocampo. Può agire in un centrocampo a tre, a due, anche vertice basso. Ma io per adesso davanti alla difesa ho bisogno di uno schermo. Lui ha qualità tecniche superiori alla media, non difende la linea difensiva ma certamente oscilla tra queste posizioni. Non farà invece il trequartista come faceva da giovane, ma neanche nella Dinamo Zagabria ha mai ricoperto quella posizione“.

In sostanza, entrambi sono molto duttili, potendo giocare sia in un centrocampo a tre sia in coppia con un altro centrale, garantendo qualità alla mediana. Kovacic può giocare davanti alla difesa, ma la sensazione è che, almeno per il momento, verrà utilizzato soprattutto come mezzala. Kuzmanovic invece, per caratteristiche, potrà essere utilizzato come playmaker, essendo in grado di dettare i tempi della manovra e contemporaneamente di garantire protezione alla difesa.

Contro il Chievo di Corini, dovrebbero partire entrambi titolari nel terzetto di centrocampo completato da Esteban Cambiasso.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy