Livaja: "A Bergamo per giocare con continuità. Devo molto a Strama". E il dg Marino rivela che...

Livaja: “A Bergamo per giocare con continuità. Devo molto a Strama”. E il dg Marino rivela che…


Livaja AtalantaPrime settimane da atalantino per Marko Livaja, giovane attaccante croato classe 1993 passato in comproprietà al club orobico nell’affare che ha portato a Milano Ezequiel Schelotto; nella conferenza stampa di presentazione, il baby bomber, salito alla ribalta soprattutto per i suoi centri in Europa League, ha mostrato entusiasmo per l’inizio di questa avventura a bergamo con l’obiettivo primario di aiutare la squadra a raggiungere la salvezza.

“Ho scelto l’Atalanta perchè sia il presidente che il direttore Marino mi hanno fatto sentire importante. Mi sento già pronto per giocare e aiutare la squadra a ottenere la salvezza, ma so che dovrò impegnarmi perchè qui ci sono tanti bravi attaccanti e la concorrenza è alta. Se preferisco giocare da prima o seconda punta? E’ indifferente, l’importante è fare bene ed essere utile”.

Presente e passato dell’attaccante di Spalato sono a tinte nerazzurre e il primo pensiero quando si parla di Inter va logicamente a Stramaccioni, allenatore con cui ha vinto la NextGen Series e che lo ha lanciato nel calcio “dei grandi”: “Strama è stato molto importante per la mia crescita, mi ha dato la possibilità di giocare in Europa e in Italia. L’esperienza europea con l’Inter ha avuto un ruolo importante nel mio percorso di maturazione, ma è stato importantissimo anche allenarmi con giocatori del calibro di Cassano e Handanovic, oltre a Mutu, mio compagno ai tempi del Cesena”.

Importanti sono anche state le parole del dg atalantino Pierpaolo Marino, il quale ha rivelato alcuni retroscena della trattativa che ha portato Livaja all’Atleti Azzurri d’Italia: “Reja (allenatore del giovane croato ai tempi dell’Hajduk, ndr) mi ha parlato molto bene di lui, dicendomi che può integrarsi benissimo con Denis; inoltre, dopo aver visto il palo colpito da Marko nel match con la Roma, il presidente mi ha telefonato entusiasta dicendo di concludere la trattativa”.

Trattativa che ha consentito all’Atalanta di ottenere la comproprietà dell’ex cesenate per un anno e mezzo, come afferma lo stesso Marino: “Si tratta di una compartecipazione di 18 mesi con il rinnovo a nostro favore; questo sarà molto utile al ragazzo per inserirsi al meglio e continuare nel suo processo di crescita”.

Un’investitura importante per quello che è stato uno dei bomber di Coppa dell’Inter di Strama; nell’attesa di tornare a vestire il nerazzurro interista, ora Livaja ha la possibilità di crescere e giocare con continuità con la casacca nerazzurra dell’Atalanta.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy