Kovacic si coccola la maglia numero 10: "L'hanno indossata i più grandi. Mi è stato detto che..."

Kovacic si coccola la maglia numero 10: “L’hanno indossata i più grandi. Mi è stato detto che…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Kovacic primo allenamento (1) 01.02.13E’ stato lui il grande colpo dell’Inter in questa finestra di mercato di gennaio: Mateo Kovacic, classe 1994, uno dei migliori talenti del panorama calcistico europeo. Il giovane centrocampista croato è arrivato a Milano dalla Dinamo Zagabria per una cifra pari a 11 milioni di euro più eventuali bonus legati ai risultati della squadra. Una somma importante per un ragazzo di soli 18 anni e per una società, come quella nerazzurra, che ha dimostrato di muoversi a determinate cifre solo quando realmente si poteva fare un affare. E, se di affare si è trattato, sarà come sempre il campo a dirlo.

Di concreto, però, ci sono stati già diversi gesti che dimostrano quanto tutta l’Inter creda nelle doti di questo gioiellino croato. Ieri, infatti, è stata trasmessa all’Uefa la lista dei calciatori che potranno partecipare alla fase ad eliminazione diretta dell’Europa League in cui ogni club ha avuto la possibilità, rispetto alla fase a gironi, di effettuare solo tre cambi.

Stramaccioni ha quindi deciso di inserire Alvarez e Chivu (esclusi nella lista dello scorso settembre per i loro problemi fisici) e proprio Kovacic, appena arrivato e subito lanciato in quell’Europa che lo ha visto già protagonista in Champions League con la maglia della Dinamo (12 presenze nelle ultime due edizioni e tanti lampi di classe mostrati all’intero Vecchio Continente). Esclusi, invece, Kuzmanovic (che non poteva essere inserito visto che ha già giocato con lo Stoccarda), Rocchi e Schelotto.

La favola all’Inter di Mateo è iniziata dunque nel migliore dei modi, considerando anche il numero di maglia che gli è stato affidato: “E’ stato tutto bellissimo – ha spiegato l’eclettico centrocampista di Linz –. I dirigenti mi hanno salutato e subito mi hanno dato la maglia numero 10. E’ pazzesco, prima di me la indossava Sneijder! Mi hanno detto che merito quel numero, che lo hanno portato i più grandi calciatori dell’Inter. So che indossare questa maglia con questo numero comporta parecchie responsabilità, giocare per l’Inter è un grande onore, ma questo mi dà tanta fiducia.

La trattativa lampo che lo ha portato ad Appiano ha sorpreso lo stesso giocatore: “Io non avevo idea che la Dinamo stesse trattando con l’Inter, non c’era proprio alcun segnale. Ero con i miei compagni, quando è arrivato Jurcic e mi ha detto: ‘Mateo, prepara le tue cose e vai, sei stato venduto all’Inter’. Era tutto come un sogno, non ricordo nemmeno se ho fatto bene ciò che dovevo fare.

Unico nuovo acquisto inserito nella lista dell’Europa League e numero 10 sulle spalle: l’Inter crede in Mateo Kovacic, non solo per il futuro…

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy