Livaja: "Voglio restare all'Inter, la società e il mister credono in me. Dopo l'errore contro il Genoa..."

Livaja: “Voglio restare all’Inter, la società e il mister credono in me. Dopo l’errore contro il Genoa…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Marko Livaja Europa League InterQuest’anno ha già totalizzato 13 presenze tra campionato ed Europa League segnando anche 4 gol: Marko Livaja, nonostante la giovane età, si sta ritagliando uno spazio importante nelle scelte di Stramaccioni.

Sulle pagine di Tuttosport, il diciannovenne attaccante croato racconta le sue emozioni: “Sinceramente, non avrei mai immaginato di giocare così tanto. E quindi, oltre al fatto di potermi allenare tutti i giorni con grandi campioni, c’è anche questo aspetto che mi fa pensare di aver fatto la scelta giusta rimanendo all’Inter in estate. E ora la mia scelta è quella di restare, di rimanere in questo gruppo, con questo allenatore che sta dimostrando di credere in me. E mi sembra che anche da parte della società ci sia la stessa volontà“.

Grazie alle sue buone prestazioni, Livaja ha attirato le attenzioni di diverse squadre: “Fino all’ultima ora dell’ultimo giorno di mercato non si può mai dire nulla. Tante squadre mi stanno cercando, in Italia ma non solo. Non ho preferenze ma una sola prospettiva, andare in un club dove posso giocare con continuità. Però, lo ripeto, se devo fare una previsione dico che rimango all’Inter.

In questi mesi, ha dimostrato carattere, soprattutto dopo l’errore incredibile contro il Genoa: “Non lo so cosa è successo, davvero. So soltanto che in campo non mi ero reso conto fino in fondo dell’errore che avevo commesso, perché avevo visto arrivare Palacio e poi la palla che finiva sul palo. Ma quando l’ho rivisto alla tv, mi sono chiesto anch’io come avessi fatto a sbagliare. E non ho una risposta. Ma ho carattere, sapevo che mi sarei ripreso. E infatti, grazie anche ai compagni e al tecnico, sono ancora qui. Anzi, ho perfino giocato titolare all’Olimpico di Roma“.

Marko svela poi un aneddoto riguardante il suo passaggio dall’Hajduk Spalato all’Inter: “E’ stato un arrivo piuttosto movimentato. Io, una volta conosciuto Ausilio e il progetto Inter, non avevo alcun dubbio. Solo che il Milan aveva offerto più soldi all’Hajduk, che mi voleva vendere al club rossonero. Risultato? Sono stato fermo un anno, per squalifica. Parcheggiato per sei mesi al Lugano, il momento più brutto. Non per Lugano, ma per la situazione: mi allenavo e poi per tre giorni non vedevo più nessuno, perché la squadra andava a giocare il campionato. Ecco, diciamo che è come se avessi un anno in meno di attività. E quindi ho ancor più voglia di recuperare il tempo perduto“.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy