Dopo Duncan, anche Mbaye verso il prestito

Dopo Duncan, anche Mbaye verso il prestito

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

MbayeLa scorsa stagione, vista l’annata di “vacche magre” vissuta dalla prima squadra, i tifosi dell’Inter seguirono con grande attenzione la cavalcata della squadra Primavera sia in campionato, sia nella NextGen Series, la Champions League dei giovani; sotto la guida di Stramaccioni, i baby nerazzurri conquistarono il trofeo sconfiggendo ai rigori i quotati olandesi dell’Ajax. Da allora, gli Under interisti sono saliti alla ribalta collezionando anche qualche presenza in prima squadra, come Duncan, Livaja e Benassi, solo per citarne alcuni.

Tra questi giovani promettenti c’è anche Ibrahima Mbaye, terzino che può operare sia sulla fascia destra che su quella sinistra; il giovane senegalese ha esordito con la maglia della prima squadra in agosto, nel ritorno del terzo turno preliminare di Europa League contro l’Hajduk Spalato, partita che, nonostante il K.O. per 2-0, ha consentito all’Inter di passare il turno, in virtù della vittoria per 3-0 maturata in Croazia.

Esterno di difesa dotato di un fisico imponente (187 centimetri), Ibrahima fa della corsa e della resistenza le sue doti migliori, abbinate a una buona tecnica che gli consente di partecipare alla manovra offensiva, arrivando con buona puntualità sul fondo e crossando con discreta precisione per le punte.

Complici l’arrivo dal Porto di Alvaro Pereira, le ottime prestazioni di Nagatomo, l’utilizzo non sempre propriamente felice di Jonathan e la duttilità dell’eterno Zanetti, Mbaye non ha più trovato spazio sulle corsie nerazzurre, limitandosi a essere utilizzato solo nella squadra Primavera, di cui è stato ed è tuttora uno degli uomini di maggior qualità.

La dirigenza interista, molto attenta nel cercare di valorizzare al meglio i giocatori del proprio vivaio, non vuole “sacrificare” il suo giovane terzino, relegandolo un altro anno nel campionato dei baby e facendogli fare qualche sporadica apparizione in prima squadra; da qui nasce l’idea di un trasferimento a titolo temporaneo in una società dove il ragazzo possa fare esperienza, giocare con costanza e migliorare in vista di un suo ritorno ad Appiano.

Così, dopo Duncan, ormai con le valigie pronte per trasferirsi in Toscana, destinazione Livorno, anche Mbaye sembra destinato a concludere la stagione in prestito; sulle sue tracce c’è il Chievo, che nel recente passato ha già avuto contatti con la dirigenza nerazzurra anche per altre trattative, vedi Sorrentino e Andreolli.

L’Inter ha intenzione di mandare a “crescere” il suo giovane solo a una condizione, ossia che venga garantito al ragazzo un impiego quasi costante e un ampio minutaggio; possiamo immaginare che il pensiero di Stramaccioni circa il prestito di Mbaye sia lo stesso di quello in merito alla cessione temporanea di Duncan, cioè che l’importante per il ragazzo è giocare con regolarità e non sporadicamente, in quanto sarebbe inutile totalizzare da adesso fino a fine campionato solamente 5 o 6 presenze, poichè non gli consentirebbe di maturare.

Per i tanti nomi che vengono ogni giorno accostati all’Inter, da Paulinho a Schelotto, da Fernando a Carrizo, c’è Mbaye in partenza; siamo certi però che, vista la bontà del vivaio nerazzurro, rivedremo presto il terzino senegalese varcare i cancelli della Pinetina.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy