Longo, il ritorno è sempre più vicino

Longo, il ritorno è sempre più vicino

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

longo 3Ieri, in Spagna, si è giocato il sentitissimo derby catalano tra Barcellona ed Espanyol, gara conclusasi con un secco quattro a zero per i blaugrana, grazie alle reti di Xavi, Pedro e ad una doppietta del solito Messi. A questa sfida, però, avrebbe dovuto partecipare anche Samuele Longo, attaccante classe 1992 di proprietà dell’Inter.

Il bomber dell’Under 21, da qualche settimana a questa parte, è passato da rivelazione ad emarginato, nonostante un discreto avvio di campionato condito da gol e buone prestazioni. Il tecnico Javier Aguirre (subentrato lo scorso 28 novembre a Pochettino) sembra però non puntare sul centravanti trevigiano, tanto che il club catalano sta già cercando una nuova punta. Ecco perchè Longo può seriamente tornare a Milano.

Partendo dal presupposto che il giocatore farebbe comunque fatica a trovare spazio tra i nerazzurri e che non potrebbe più essere girato a un’altra squadra essendo già stato utilizzato in match ufficiali sia dall’Inter (preliminare d’Europa League) sia dal club spagnolo, quella di un ritorno a Milano sembra l’unica ipotesi percorribile per evitare che Longo passi tutta la seconda fase della stagione in tribuna. Stramaccioni avrebbe così la possibilità di visionarne da vicino i progressi, sfruttando la presenza di Milito per fargli da chioccia nel suo percorso di crescita.

Il ritorno in nerazzurro del giovane attaccante (unito all’arrivo di Rocchi), spingerebbe inevitabilmente Livaja, richiesto da numerose squadre di Serie A, verso il prestito. La palla adesso passa all’Inter: a lei il compito di decidere, senza correre il rischio di bruciare uno dei migliori prospetti del calcio italiano.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy