Strama, un altro piccolo record...

Strama, un altro piccolo record…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Inter StramaccioniLa sua squadra affronterà la Lazio nell’anticipo serale della 17^giornata di Serie A, ma, a prescindere da quello che sarà il risultato, alla fine dell’incontro Andrea Stramaccioni potrà “vantarsi” d’aver raggiunto un altro piccolo record: quello di allenatore più longevo sulla panchina dell’Inter dopo la fuga di Mourinho alla corte di Florentino Perez.

Stasera, infatti, il tecnico romano siederà sulla panchina nerazzurra per la trentaseiesima volta, superando il suo predecessore Claudio Ranieri (ora al Monaco in Ligue 2, la Serie B francese), fermo a quota 35 ed esonerato dopo la sconfitta subita allo Juventus Stadium.

Dopo la partenza del vate di Setubal, sulla panchina dell’Inter si sono succeduti in sequenza Rafa Benitez (25 presenze),  Leonardo (32), Gian Piero Gasperini (5) ed il già citato Ranieri (35). Ironia della sorte, questo record verrà battuto proprio contro la Lazio, in quella che, la stagione scorsa, poteva essere la sua ultima gara da allenatore dell’Inter, essendo stato etichettato al suo arrivo come un semplice “traghettatore”. Invece quella partita, nonostante la sconfitta, ha segnato sì la fine dello Strama “traghettatore”, ma ha dato anche il via a un nuovo progetto, guidato proprio dal giovane tecnico romano.

Nel corso della conferenza stampa di ieri, Stramaccioni, che non era al corrente di questa particolare statistica, ha così commentato: “Anche se ho la consapevolezza di essere l’allenatore dell’Inter da tempo, continuo a viverlo come un sogno. Spero di poter fare ancora tante panchine. Essere qui è un gran motivo d’orgoglio per me.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy