Dallo scetticismo al quarto posto, lo strano percorso della Lazio di Petkovic

Dallo scetticismo al quarto posto, lo strano percorso della Lazio di Petkovic


Definire la Lazio una delle “sorprese” di questo campionato può sembrare fuori luogo: com’è possibile che una squadra che ha concluso le ultime due stagioni rispettivamente al quinto e al quarto posto, sfiorando in entrambi i casi l’ingresso in Champions League, possa rappresentare una “sorpresa”?

In realtà l’ottimo cammino che la Lazio ha intrapreso fino a oggi ha meravigliato diversi esperti e appassionati di calcio, soprattutto se si ripensa al precampionato a dir poco deludente dei biancocelesti, sconfitti da quasi tutte le squadre professionistiche affrontate (Siena, Torino, Galatasaray e Getafe) e vittoriosi solo con Salernitana e Malmoe, oltre ovviamente alle prime “sgambate” contro squadre dilettantistiche come il Cadore o l’Auronzo.

Con l’arrivo dei primi impegni ufficiali, però, i capitolini hanno trovato i giusti sincronismi e hanno registrato la fase difensiva, al punto da ottenere vittorie importanti (3-2 al Milan e alla Roma) e di issarsi fino al quarto posto in classifica, a ridosso della zona Champions.

Il progetto laziale, iniziato a luglio tra perplessità e scetticismo e ora apprezzato dalla maggioranza degli addetti ai lavori, è condotto con buona arguzia e personalità dal presidente Lotito e dal direttore sportivo Igli Tare, ex attaccante del club romano.

Dopo l’addio di Reja, la guida tecnica è stata affidata in estate a Vladimir Petkovic, allenatore di cui si sapeva poco al momento del suo arrivo in Italia, ma che è riuscito in poco tempo a farsi apprezzare sia per la sua aplomb durante le conferenze stampa, sia per gli ottimi risultati e il gioco gradevole prodotto dalla sua squadra.

Il tecnico nativo di Sarajevo è solito far giocare i biancocelesti con il 4-1-4-1, modulo che a prima analisi può sembrare assai difensivo e poco adatto per attuare un calcio brillante e votato all’attacco; in realtà gli automatismi degli uomini di Petkovic sono tali per cui la fase offensiva viene svolta molto bene dai 4 centrocampisti e dal centravanti, lasciando al mediano il compito di iniziare l’azione e di fungere da schermo davanti ai 4 difensori.

Analizzando nel dettaglio gli interpreti del modulo dell’ex allenatore di Young Boys e Sion, davanti a un portiere di grande qualità come Marchetti operano come difensori centrali Biava e Ciani (Andre Dias, titolare del ruolo, dovrebbe rientrare alla diciottesima giornata); se, per quel che concerne il ruolo di terzino sinistro, Radu è sicuro di una maglia da titolare, il rebus che accompagnerà Petkovic in questa settimana riguarderà il ruolo di terzino destro, vista la squalifica di Cavanda e gli acciacchi di Konko: se l’ex Genoa e Siviglia non dovesse farcela, spazio a Scaloni.

La Lazio è una squadra molto quadrata in fase difensiva, ma la vera forza dei biancocelesti è “dalla cintola in su”: Ledesma, playmaker di grande qualità, è l’uomo di raccordo tra difesa e centrocampo, mentre davanti a lui giostrano Mauri, Hernanes, Candreva e Alvaro Gonzalez, con Lulic prima riserva in grado di fornire corsa e dinamismo sulla corsia sinistra.

Il punto di riferimento laziale in zona gol è Miroslav Klose, esperto centravanti tedesco, letale nel gioco aereo e implacabile negli ultimi 16 metri (67 reti in 126 apparizioni con la sua Nazionale, 20 centri in 40 gare di campionato con i biancocelesti); il bomber ex Bayern Monaco dovrebbe però essere il solo attaccante a disposizione di Petkovic in vista della sfida con l’Inter, in quanto Kozak è squalificato (espulso nella trasferta di Bologna) e Floccari e l’ex interista (mai rimpianto) Zarate sono alle prese con infortuni che potrebbero costringerli a vedere la partita dalla tribuna.

La Lazio poco brillante vista all’opera nel monday night di Bologna non deve illudere i tifosi nerazzurri: all’Olimpico si avrà di fronte un’altra squadra, il cui valore è ben rappresentato dal quarto posto in classifica.

Chi Siamo

Spazio Inter è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla FC Inter 1908, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per il San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Editore: Cierre Media SRLS - P.IVA: 07984301213

Direttore editoriale "SpazioInter.it": Antonio Caianiello

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da Fc Inter 1908

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Facebook

Copyright © 2015 Cierre Media Srl