La concorrenza non spaventa Mudingayi: "Mi sento più forte che mai, lotterò per conquistare un posto"

La concorrenza non spaventa Mudingayi: “Mi sento più forte che mai, lotterò per conquistare un posto”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Qualche scampolo di partita anche per lui contro la Juve, subentrato a Milito per dare man forte alla difesa contro il forcing di un avversario che non ci stava a perdere in casa per la prima volta. Stiamo parlando di Gaby Mudingayi, centrocampista franco-congolese naturalizzato belga, in prestito oneroso dal Bologna.

Mudi rappresenta l’usato sicuro, il giocatore di basso profilo su cui poter fare sempre affidamento quando c’è la necessità di alzare le barriere; perchè, c’è da starne certi, lui la gamba ce la metterà sempre, ed è proprio per questa caratteristica che a Roma, sponda Lazio, era soprannominato la Ruspa.

“Prima tutti si chiedevano cosa ci facessi all’Inter, adesso i commenti su di me sono generalmente positivi. Mi sento più forte che mai, gioco più tranquillo, c’è una concorrenza enorme nel mio reparto ma di certo lotterò per qualcosa in più della panchina“. Con queste parole, l’ex rossoblu vuol lasciar intendere di non essere solo di passaggio ad Appiano, a differenza di quello che molti tifosi hanno pensato il giorno del suo arrivo, visti anche i 31 anni appena compiuti ed il progetto di ringiovanimento in corso.

Un pensiero va anche alla Nazionale, che ormai manca da ben tre anni, per l’esattezza dalle qualificazioni ai mondiali sudafricani: “Ho seguito i miei compagni, devono continuare su questa strada. Mi dispiace non esserci più, ma con i talenti che ci sono nella selezione capisco le scelte del ct Wilmots. Tuttavia, se avranno bisogno di me, io ci sarò. Resto sempre il primo tifoso dei Diavoli Rossi, ho molti amici lì“.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy