Lazar Markovic, un baby prodigio da non farsi sfuggire

Lazar Markovic, un baby prodigio da non farsi sfuggire

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

La sfida di Europa League contro il Partizan è stata un’occasione utile anche per osservare da vicino Lazar Markovic, astro nascente classe 1994 della formazione serba, che i nerazzurri, e non solo, hanno messo nel mirino già da un po’ di tempo.

Nonostante la giovanissima età, Markovic ha già messo in mostra ottime qualità, tanto da ottenere la massima stima di Sinisa Mihajlovic, ex giocatore dell’Inter ora CT della Nazionale serba: “E’ fortissimo, ha solo 18 anni ma l’ho già fatto giocare con me in Nazionale. Di solito parte da esterno offensivo, è bravo tecnicamente, vede la porta ma, soprattutto, ha una grande personalità. Non è giusto dire che è velocissimo, piuttosto sembra che sembra cavalchi un motorino”.

Approda al Partizan dopo 10 anni di militanza nel FK Borac e, dopo aver esordito alla 30^giornata del campionato 2010-2011 contro lo Sloboda Sevojno, diventa titolare in pianta stabile nella formazione bianconera. In Champions, addirittura, esordisce nel luglio del 2011, contro i macedoni dello Škendija a soli 17 anni.

Ma che tipo di giocatore è? Durante il suo percorso giovanile ha sempre giocato come esterno offensivo di centrocampo, in prima squadra, però, viene spesso utilizzato come seconda punta o attaccante esterno, tanto da meritarsi il nomignolo dai propri compagni di piccolo Pedro, in quanto ricorda molto l’attaccante blaugrana.

I primi ad avergli messo gli occhi addosso furono la Fiorentina (allora guidata dal sempre attento Pantaleo Corvino) e lo Shakhtar Donetsk, che pare si sia visto rifiutare un’offerta di 4 milioni di euro. Il suo sogno è la Premier League e il Chelsea in particolare, anche se sembra che simpatizzi per la Lazio.

Ma più passa il tempo e più la concorrenza sembra spietata: sarà molto difficile strappare al resto d’Europa questo baby fenomeno, anche perchè la valutazione aumenta partita dopo partita, e le parole del direttore sportivo del Partizan Jubisa Tumbakovic non lasciano spazio ad interpretazioni: “Sino a questo momento non è arrivata sulla nostra scrivania nessuna offerta per il nostro calciatore. L’Inter non si è mai interessata al ragazzo”.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy