Juan e Ranocchia, i nuovi Lucio e Matrix?

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Era il dicembre 2011, quando un’Inter fin troppo deludente e tentennante si accingeva a intervenire sul mercato per porre rimedio a una rosa costruita con troppa fretta e poca pianificazione.

Budget ridotto, pochi nomi “grossi” a disposizione: per Branca le premesse non erano delle migliori, il fiato sul collo da parte dei tifosi, viceversa, sempre più pressante. L’ennesimo viaggio in Brasile siglava il passaggio in nerazzurro di tale Juan Guilherme Nunes Jesus, giovane difensore prelevato dall’Internacional per pochi spiccioli. La consueta e prevedibile reazione, costituita dall’immancabile coro di considerazioni affrettate da parte degli scettici, ha trovato poi riscontro nello scarsissimo utilizzo che, nello scorcio finale dell’ultima stagione, ne hanno fatto prima Ranieri e poi Stramaccioni.

Suonava tutto come una bocciatura per il centrale verdeoro, pronto a fare le valigie in estate per cercare fortuna altrove. Juan, però, ha deciso con coraggio di restare a Milano per giocarsi le sue carte e, in questo inizio di stagione, ha rubato letteralmente la scena ai compagni di reparto. Ventuno anni e un temperamento da leader consumato (“voglio scrivere la storia di questa società come Maicon e Julio Cesar” disse ai microfoni di Inter Channel) lo stanno perentoriamente trasformando in un pilastro della nuova difesa a 3 sperimentata da mister Stramaccioni.

Il merito di questa esplosione dev’essere attribuito anche al tecnico romano, giovane che lavora in grande sintonia con i giovani, dimostrandosi capace di metterli a proprio agio e di farli sentire al centro del progetto anche quando non vengono utilizzati con continuità. Adesso per il brasiliano arriva la parte più difficile: riuscire a confermarsi, cercando di correggere quei pochi limiti palesati finora e superati i quali avrebbe la possibilità di scrivere pagine importanti nella storia nerazzurra. Insieme ad Andrea Ranocchia, tornato su livelli altissimi dopo una stagione da dimenticare: saranno loro a guidare la difesa del futuro???

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook