Lotito avvicina Diakitè all’Inter, ma l’agente del difensore nega l’esistenza di una trattativa

Mobido Diakité, difensore centrale della Lazio, è al centro di parecchie voci di mercato che lo vedrebbero lontano dalla capitale. Il roccioso venticinquenne di Bourg-en-Bresse, ha il contratto in scadenza nel giugno del 2013 ma, per adesso, non è arrivato nessun prolungamento, nonostante le proposte della società biancoceleste.

Gli abbiamo offerto un rinnovo di contratto che lui ha rifiutato – spiega il presidente Claudio Lotito – . Spero che al momento non abbia ancora firmato con una squadra del nord che noi conosciamo bene, non si tratta nè del Milan nè di altre, ma è sempre una squadra di Milano. La Lazio non permetterà a nessuno di violare le norme”.

Diakité piace molto dalle parti di corso Vittorio Emanuele, tant’è che già nella scorsa sessione di mercato, i dirigenti nerazzurri avevano pensato al difensore della Lazio per rafforzare il pacchetto arretrato nerazzurro. Infatti, qualora Chivu non avesse rinnovato il proprio contratto e Silvestre avesse optato per altre soluzioni, il biancoceleste sarebbe stato la prima scelta di Stramaccioni.

LEGGI ANCHE:  Rinnovi dirigenti, c'è la possibile data: le ultime!

Al termine di questa stagione però, molto probabilmente, Walter Samuel lascerà il calcio e il nome di Diakité potrebbe tornare di moda per prendere il suo posto.

Tuttavia, in giornata, è arrivata la smentita del procuratore, Ulisse Savini, che ha negato l’esistenza di una trattativa per il trasferimento del giocatore: “Diakitè vicino all’Inter? Pura fantasia di mercatocosì come la voce che è circolata nelle scorse settimane sul Milan – ha spiegato ai microfoni di calciomercato.it –. Chi vuole il giocatore, parli con la Lazio. Per quanto riguarda il rinnovo, la distanza non è stata colmata e non ci sono al momento altri incontri in programma”. 

Queste dichiarazioni però, potrebbero essere solo di facciata. In ogni caso, a gennaio si scoprirà quale sarà il futuro di Diakité.

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI