Chievo-Inter, le parole dei protagonisti

Chievo-Inter, le parole dei protagonisti


Un gol per festeggiare le 300 presenze in Serie A e per restituire il sorriso all’Inter dopo il brutto stop interno contro il Siena: “La cosa importante non sono le 300 presenze, ma la vittoria – spiega Antonio Cassano subito dopo il fischio finale – Stramaccioni ci ha messo la faccia per il mio passaggio all’Inter, devo ringraziare lui e il presidente. Io sono un tipo molto particolare; mi devono far sentire a casa e l’hanno fatto dal primo giorno. Ora pensiamo a fare qualche gol in casa, perché di occasioni ne abbiamo avute ma purtroppo ci è mancato il gol: non è facile perché a San Siro vengono tutti per difendersi, ma ce la faremo. E domenica, contro la Fiorentina, faremo una grande gara.

Un altro dei protagonisti della partita è senza alcun dubbio Samir Handanovic. Ai microfoni di Inter Channel il numero uno sloveno confida: “Sono più contento per non aver subito gol che per tutte le parate che ho fatto. Giochi sempre per vincere, ma non c’è mai niente di scontato. Sono contento per i tre punti, anche perchè potranno darci morale in vista della partita contro la Fiorentina. Purtroppo a San Siro non stiamo andando bene: dovremo cercare di invertire la rotta e mettere la stessa grinta anche nella partite casalinghe”.

Soddisfazione anche per capitan Zanetti: “E’ stata una vittoria meritata però non è stata facile. Verona è un campo ostico. Siamo stati bravi a interpretare il modulo nuovo sin dall’inizio. Le indicazioni da cui ripartire sono state positive. Dopo una vittoria fai le cose con più tranquillità. Bisogna solo trovare la continuità in casa. Domenica ci aspetta una gara difficile, contro la Fiorentina, una squadra guidata da un allenatore che sta facendo molto bene. Noi, però, vogliamo vincere”.

Sulla stessa lunghezza d’onda, Esteban Cambiasso: “Volevamo una reazione, l’orgoglio di un calciatore quando si perde una partita è ferito. Oggi, al di là degli assetti tattici, si è vista una squadra completa, con voglia di lottare, concreta. Adesso pensiamo alla Fiorentina, che sta attraversando un grande momento ed è una bella realtà, con un allenatore che ha le idee chiare e propositive”.

In chiusura Alvaro Pereira, che ha siglato la sua prima rete ufficiale con la maglia nerazzurra: “Dedico il gol alla mia famiglia e a tutta la squadra. I primi giorni i compagni mi hanno aiutato tanto ad ambientarmi ed è anche grazie a loro che adesso sto entrando veramente nell’Inter.

Marco Dall’Olio

(Twitter: @Dallolio_Marco)

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy