E' Palacio l'arma segreta di Stramaccioni

E’ Palacio l’arma segreta di Stramaccioni


Nel mercato estivo, è passato come acquisto di secondo piano, nonostante l’anno scorso sia stato uno dei protagonisti assoluti della Serie A mettendo a segno ben 19 gol in 32 partite. Stiamo parlando di Rodrigo Palacio che, a trent’anni, è arrivato in nerazzurro per dimostrare di poter fare la differenza anche in una grande squadra. Ufficializzato dall’Inter il 7 giugno, per arrivare ad assicurarsi le prestazioni della punta argentina, Massimo Moratti ha dovuto versare circa 10 milioni di euro nelle casse del Genoa.

Con la società di corso Vittorio Emanuele, il Trenza ha sottoscritto un contratto che lo legherà all’Inter fino al 30 giugno 2015. Senza perdere tempo, segna il suo primo gol ufficiale con la maglia nerazzurra il 23 agosto 2012 nei preliminari di Europa League contro il Vaslui in Romania, ripetendosi nella gara di ritorno a Milano il 30 agosto segnando il gol dell’1-1.

E’ stato uno dei protagonisti del precampionato e, probabilmente, uno degli acquisti più azzeccati degli ultimi anni, anche se sarà il campo a dire l’ultima parola. Rodrigo Palacio, attualmente, è impegnato con la nazionale argentina, a testimonianza dell’ottimo lavoro fatto l’anno scorso con il Genoa e in questo inizio d’avventura con la maglia nerazzurra.

Presto però, tornerà a dedicarsi alla causa interista. E’ lui una delle chiavi tattiche più importanti per Stramaccioni: infatti, Palacio può giocare sull’esterno in un 4-3-3 o in un 4-2-3-1 per aprire le difese avversarie, agire da seconda punta nel 4-3-1-2, da trequartista nel 4-3-2-1 e, all’occorrenza, anche come centravanti al posto di Milito. Proprio per le sue capacità realizzative, nel mercato estivo, dopo le partenza di Pazzini e Longo, si è deciso di non acquistare altre prima punte, riponendo grossa fiducia nell’attaccante ex Boca Juniors e Genoa.

Palacio, sarà fondamentale per dare profondità alla squadra senza offrire punti di riferimento agli avversari. In attesa che Milito torni a fare il Principe, non resta che affidarsi a lui.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy