Inter-Roma, le parole dei protagonisti

Inter-Roma, le parole dei protagonisti


Esordio in campionato al “Meazza” amaro per i nerazzurri. Gli uomini di Stramaccioni steccano la prima in casa, perdendo per 3 a 1 contro la Roma di Zeman.

Al termine della gara, il primo a presentarsi ai microfoni di Inter Channel è capitan Zanetti: “Sapevamo che i nostri avversari sarebbero stati bravi ad approfittare degli spazi. Abbiamo concesso troppe occasioni. Quando, nella ripresa, ci aspettavamo che potesse andare meglio è arrivato il loro raddoppio. Dobbiamo cercare tutti quanti di capire che cosa accade, siamo solo all’inizio, c’è tantissimo da crescere e da corregere. Ci sono tanti nuovi giocatori, dovremo capire che cosa il mister ci dirà e metterlo in pratica per tornare a vincere. La Roma ha dimostrato di essere una squadra molto compatta, credo possa arrivare fino in fondo e speriamo di esserci anche noi. Giallorossi senza le coppe? Si, è vero questo può essere un vantaggio a loro favore“.

Nonostante la sconfitta, è da considerarsi buona la prova d’esordio in maglia nerazzurra per Alvaro Pereira: “Quella di stasera è stata la mia prima partita dopo che in tre mesi avevo disputato solo una gara con la nazionale, per questo ho un po’ faticato. Mi dispiace solo che non sia arrivata la vittoria, in questo giorno in cui si è compiuto il mio sogno di giocare a San Siro. Ma noi continueremo a lottare, a lavorare, per crescere insieme”.

Serata di grande lavoro per Andrea Ranocchia e per tutto il reparto arretrato, che non è riuscito ad arginare le trame offensive della Roma: “Il calcio è così: stasera abbiamo avuto tante opportunità per passare in vantaggio, ma non le abbiamo sfruttate. Adesso andiamo avanti, c’è la sosta e potremo lavorare. Che cosa salvo della partita di questa sera? Una grandissima reazione dopo il gol, poi su tre incertezze abbiamo preso altrettanti gol. Sicuramente cambia aver giocato un’altra gara lo scorso giovedì, ma quella di oggi era una partita a parte e avremmo dovuto far bene comunque“.

Grande dispiacere anche per Diego Milito, soprattutto per il fatto che la squadra non sia ancora riuscita a vincere in casa in questo inizio di stagione: Non siamo stati brillanti, non abbiamo ancora fatto risultato pieno a San Siro. Ci dispiace molto per questa sconfitta e l’unico modo per migliorare adesso è lavorare tanto. Cercheremo di conquistare i tre punti a Torino, inutile fare drammi, mancano ancora tantissime partite”.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy