Palacio ancora a segno e decisivo. Finalmente Ranocchia formato Nazionale

Palacio ancora a segno e decisivo. Finalmente Ranocchia formato Nazionale

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

La trasferta in terra rumena ha confermato quanto di buono fatto vedere dall’Inter in questo precampionato. Gara di ritorno contro l’Hajduk Spalato a parte, Zanetti e compagni hanno imposto come sempre il proprio gioco, con trame studiate e preparate in allenamento.  Lo 0-2 firmato da Cambiasso e Palacio, è figlio di una prestazione matura, anche se contro un avversario modesto.

Guarin, nonostante altre volte abbia offerto prestazioni migliori, è sempre più padrone della mediana. Anche Cambiasso, seppur a marce ridotte rispetto al passato, è spesso al posto giusto al momento giusto, come in occasione dello 0-1. E’ stato il match delle 800 presenze in maglia nerazzurra di capitan Zanetti, naturalmente tra i promossi della gara.

Stramaccioni, in assenza di Handanovic, ha affidato le chiavi della porta a Castellazzi, preferito a Belec. L’ex Sampdoria ha risposto con una prestazione convincente, sfoderando anche delle ottime parate. Nel quartetto difensivo, la coppia centrale formata da Silvestre e Ranocchia è stata inossidabile, con quest’ultimo tornato sui livelli che gli hanno permesso di guadagnarsi la palma di miglior difensore italiano. A sorpresa, Maicon ha giocato 90′ sulla destra, risultando talvolta devastante. Sul versante opposto, prima Zanetti, poi Nagatomo, hanno svolto il compito di ordinaria amministrazione, anche se il giapponese è apparso un po’ appannato.

Come già detto poc’anzi, in mezzo al campo Cambiasso e Guarin sono stati spesso padroni del gioco. Il colombiano offre sempre quantità, qualità e uno strapotere fisico impressionante, mentre il Cuchu fa dell’intelligenza tattica la sua arma migliore. Peccato per Mudingayi, uscito a metà primo tempo per un fastidio muscolare. Gargano tornerà molto utile.

In avanti il tridente formato da Sneijder, Palacio e Milito è stato spesso pericoloso, con l’olandese particolarmente ispirato e autore di giocate davvero sopraffine. Ancora positiva la prova di Palacio, prima a sinistra, poi al centro dell’attacco in seguito all’uscita dal campo del Principe che, a sua volta, è apparso volenteroso ma ancora alla ricerca della migliore condizione. La qualificazione è praticamente in tasca, Alvaro Pereira anche. Strama, a te la regia.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy