Hajduk Spalato e Skonto Riga ai raggi X

hajduk spalato skonto riga
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

In occasione del terzo turno preliminare di Europa League, l’Inter affronterà la vincente fra Hajuduk Spalato e Skonto Riga. Nell’andata del secondo turno della manifestazione continentale, i croati hanno avuto la meglio sugli avversari presso le mura amiche del “Grandski Stadion U Polyudu” grazie al 2-0 siglato da Vukušić e Trebotić.

Lo scorso anno, lo storico club di Spalato, si è piazzato al secondo posto con 54 punti (a -21 dalla Dinamo Zagabria). Vanta nel suo palmares ben 17 campionati (9 jugoslavi e 8 croati) e 14 coppe nazionali. Fra le sue caratteristiche principali è da annoverare la Torcida, ossia il più antico gruppo di tifo organizzato d’Europa (creato nel 1950), nonché uno fra i più caldi a livello mondiale. Il giocatore più rappresentativo è Ante Vukušić, attaccante di 21 anni considerato dalla rivista Don Balon uno fra i migliori classe 89’ del 2010.

I lettoni invece sono famosi per i loro record. Infatti, lo Skonto Riga ha vinto per 14 anni consecutivi il campionato nazionale (fra il 1991 e il 2004), riconquistandolo nel 2010 per un totale di 15 successi finali su 21 disputati. Altro grande primato è rappresentato dall’imbattibilità durata due stagioni fra il 1994 ed il 1995. Fra i suoi trionfi sono da citare le vittorie di 7 coppe di Lettonia e di una Baltic League. Attualmente lo Skonto si trova al secondo posto a – 4 dal Daugavpils, ma con una partita da recuperare. Il giocatore più pericoloso è il brasiliano Nathan Junior, capocannoniere dell’ultimo torneo vinto con 18 reti a pari merito con Dennis Rakels.

Mentre l’Hajuduk non ha mai affrontato la Beneamata, i beniamini dello Skonto Stadium hanno un precedente contro i nerazzurri datato 1998, quando la compagine di Gigi Simoni ha sconfitto nei preliminari di Champions i lettoni sia all’andata che al ritorno, imponendosi per 4-0 a Pisa (4′ Zamorano, 10′ Simeone, 21′ Ventola e 59′ Baggio) e 3-1 sulla riva del Baltico (8′ Zamorano, 54′ Galanta e 70′ Djorkaeff).