E se il vero rinforzo fosse Philippe Coutinho?

E se il vero rinforzo fosse Philippe Coutinho?

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Il mercato nerazzurro stenta a decollare. Si fanno tanti nomi, ma per ora l’unico acquisto è Rodrigo Palacio (oltre, ovviamente, al riscatto dei giocatori già in rosa). A settembre quindi Stramaccioni potrebbe essere costretto a fare di necessità virtù, cercando le risorse tra i calciatori a sua disposizione.

Il vero rinforzo sarà così Philippe Coutinho, giovane trequartista maturato molto negli ultimi sei mesi con la maglia dell’Espanyol. Alla fine della stagione è stato anche insignito del prestigioso premio di giocatore rivelazione della Liga, insieme a William Smith del Granada.

Tante trattative di mercato sono saltate proprio perchè l’Inter si è rifiutata (su indicazione del mister) di cedere il suo giovane talento. La sua velocità potrà essere molto utile in un gruppo che più volte in questo mediocre campionato ha palesato evidenti difficoltà nel cambiare ritmo alla partita o nel creare superiorità numerica in fase offensiva. D’altronde le prestazioni di Cou nella tournée indonesiana hanno convinto tutti.

In un mercato al ribasso Cou potrebbe rappresentare un ottimo paracadute. Prendere giusto per il gusto di prendere, senza nessun progetto tecnico alle spalle – come nel caso di Zarate – si è rivelato controproducente. 

Se non dovesse arrivare un top player in avanti, ecco allora che Strama potrebbe tirare fuori l’asso dalla manica. Il talento verdeoro ha fallito il primo appuntamento con la maglia nerazzurra: Rafa Benitez gli diede molta fiducia a suo tempo, senza esserne ripagato. A due anni di distanza, però, Philippe è un altro giocatore e sembra finalmente pronto per prendersi l’Inter.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy